Milano, la piscina Scarioni si prepara al restyling

Avviato l'iter

Milano, la piscina Scarioni si prepara al restyling.

Avviato l’iter che riporterà in attività il centro sportivo e balneare Scarioni di via Valfurva, nel Municipio 9.

La Giunta ha riconosciuto l’interesse pubblico della proposta di progetto per l’affidamento in concessione per la realizzazione di un nuovo centro sportivo nell’area, nonché la successiva gestione per un periodo di 42 anni, presentata da parte della società iberica Ingesport Health and SPA Consulting S.A.

Il progetto di partenariato pubblico-privato prevede un importante intervento di riqualificazione che darà un nuovo volto e nuove funzionalità all’impianto, riconsegnandolo alla città.

All’interno il nuovo centro sportivo balneare Scarioni ospiterà una piscina di insegnamento, una piscina di nuoto a sei corsie (25 x 12,5 metri), un’area per l’idroterapia e SPA, sale polivalenti, sala fitness, spogliatoi generali e di gruppo, ludoteca e bar, oltre ai locali tecnici per l’amministrazione, gli atleti e il personale di servizio.

Gli spazi esterni saranno ridefiniti: sarà realizzato un centro balneare con una piscina per il nuoto degli adulti e un’altra per i bambini e le bambine e sarà ridisegnata un’ampia zona verde, con aree pedonali e di parcheggio con pannelli fotovoltaici annesse al centro.

I lavori di demolizione interesseranno l’edificio di ingresso su via Valfurva e quello che ospita le cabine a rotazione su via Val Maira. Sarà quindi realizzato un nuovo edificio con destinazione centro fitness-palestre e un parcheggio multipiano.

È inoltre prevista la gestione dell’edificio multifunzionale adiacente al centro sportivo, che sarà ristrutturato per fornire al quartiere e alla città uno spazio di incontro, collaborazione, integrazione e pratica di particolari discipline sportive.

Le tariffe saranno in linea con i riferimenti di settore; previsti abbonamenti scontati per famiglie (gratis per i figli minorenni), e agevolazioni per giovani e terza età. Le strutture esterne saranno aperte a tutti, anche non abbonati.

Il costo dell’intervento di riqualificazione – si prevedono 24 mesi di lavori – è stimato in circa 17,8 milioni di euro e sarà completamente a carico del concessionario. Il canone annuale di concessione è stato quantificato in 80mila euro, a partire dal quarto anno di attività.

L’Amministrazione aprirà un bando per recepire ulteriori proposte, con diritto di prelazione a favore del proponente, secondo legge.

Nell’ambito della procedura, il Comune potrà chiedere delle migliorie alle realtà che parteciperanno, recependo quanto deliberato dal Municipio 9 in tema di tariffazione per la libera utenza, agevolazioni e gratuità per persone disabili, convenzioni, progetti educativi-sociali e iniziative promosse dal Municipio, postazioni parcheggio per attività di interesse per la comunità e stalli bike sharing.

scarioni

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...