MILAN-NAPOLI 0-0: UN PUNTO DI CONSAPEVOLEZZA E RAMMARICO

323

A San Siro, i rossoneri sfiorano più volte il vantaggio e tengono testa ad un Napoli che, nonostante le quattro punte, non si è mai reso troppo pericoloso dalle parti di Donnarumma. In pieno recupero gli ospiti rimangono in dieci per l’espulsione di F. Ruiz.

Debutto dolce a San Siro per Paquetà e Piatek. Il polacco ha subito impensierito la difesa partenopea con un pericoloso inserimento, mentre il brasiliano, in mezzo al campo, ha doto prova di avere talento e personalità.

LE FORMAZIONI

Nel suggestivo ritorno da ex a San Siro, Ancelotti lancia un Napoli ultra offensivo con ben 4 attaccanti. Nel Milan, il neo acquisto Piatek parte dalla panchina: Gattuso si affida al tridente Suso-Cutrone-Calhanoglu.

MILAN: 4-3-3: Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Paquetà(68′ Borini); Suso, Cutrone(71′ Piatek), Calhanoglu(90′ Laxalt).

NAPOLI: 4-4-2: Ospina; Malcuit, Albiol, Koulibaly, Mario Rui(71′ Goulham); Callejon, F. Ruiz, Zielinski, Insigne(88′ Ounas); Mertens(80′ Verdi), Milik.

LA PARTITA

Ottimo inizio gara da entrambi i fronti con un’occasione per parte: al 6′ Insigne pennella al centro per Callejon che al volo si coordina e impegna un attento Donnarumma che devia in angolo. Al 10′ arriva anche la prima chance per i rossoneri: Calhanoglu serve centralmente in area di rigore Cutrone che calcia di prima intenzione, non trovando lo specchio della porta. Le due squadre si affrontano a viso aperto: ne giova lo spettacolo che diventa gradevole con manovre avvolgenti e azioni pericolose. Dal 30′ le fatiche e i ritmi alti dei primi minuti iniziano a farsi sentire e le due squadre passano ad una gestione della gara più compassata e prudente. Al 39′ F.Ruiz recupera un ottimo pallone dalla trequarti e serve al limite dell’area di rigore Callejon che, nonostante la posizione defilata, conclude a giro verso la porta sfiorando il palo. La prima frazione di gioco si conclude sul parziale di 0-0.

Dopo solo tre minuti dall’inizio della ripresa, Kessiè ha sul sinistro la palla del vantaggio rossonero, ma il suo tentativo viene murato in extremis da Albiol in calcio d’angolo. Il Milan è padrone del gioco e al 50′, dopo una bella triangolazione con Calhanoglu, Paquetà, in area di rigore, conclude verso la porta, ma la sua conclusione è debole e viene facilmente bloccata da Ospina. Al 65′ gli ospiti provano a rendersi pericolosi: Zielinski mette al centro un filtrante per Milik che calcia violentemente verso la porta, ma Donnarumma non si fa sorprendere. Al 71′ fa il suo esordio in maglia rossonera il neo acquisto Piatek che prende il posto di Cutrone. Dopo appena cinque minuti, il polacco ha la palla del vantaggio: Rodriguez, dalla propria metà campo, lancia in porta il centravanti rossonero che, al momento del tiro, viene murato da un tempestivo intervento di Koulibaly. Sul corner seguente, Musacchio conclude, da due passi, in acrobazia ma una straordinaria parata di Ospina nega il vantaggio ai rossoneri. All’84’ Zielinski prova a rendersi pericoloso con un’ insidiosa conclusione che termina di un soffio lontano dal palo. All’ 88′ si rinnova il duello Zielinski-Donnarumma, ma ancora una volta il portiere rossonero riesce a bloccare senza problemi i tentativi dalla distanza del calciatore partenopeo. Al 93′, F. Ruiz riceve il suo secondo cartellino giallo della partita e lascia i suoi compagni in inferiorità numerica. I restanti minuti di recupero non regalano particolari emozioni: a San Siro il big match della 21esima giornata finisce a reti bianche.

SOLIDITA’

Se da un lato le occasioni avute nel secondo tempo lasciano l’amaro in bocca, lo 0-0 conforta e consolida quanto di buono fatto nelle ultime partite in  fase difensiva dai rossoneri. Quello di stasera è il quarto clean-sheet nelle ultime cinque gare di campionato. Un dato che rispetto alle prime undici partite fa ben sperare, ed evidenzia una ritrovata stabilità difensiva. Di fronte ad uno dei migliori attacchi del campionato, gli uomini di Gattuso hanno concesso poco grazie anche al prezioso lavoro di schermo dei centrocampisti.

GIOCO RITROVATO

Nel match odierno, seppur a tratti, i rossoneri hanno ritrovato anche il bel gioco con un efficace possesso palla nella metà campo avversaria, delle ottime uscite palla a terra dalle retrovie e un’ottima intensità di gioco. É mancata troppo spesso la precisione nell’ultimo passaggio, specie in alcune azioni da contropiede che potevano rivelarsi più pericolose, ma la squadra di Gattuso ha dato segnali importanti al campionato tenendo testa e, per qualche tratto, dominando la seconda forza del torneo. 

Martedì, alle 20:45, ci sarà il secondo atto di Milan-Napoli. Le due squadre si sfideranno, a gara secca, nuovamente a San Siro per i quarti di Coppa Italia, con la certezza che la partita non terminerà 0-0 come in campionato.

#ANewMilan.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com