MILAN-FIORENTINA: LE PAGELLE DEI ROSSONERI

149

Ecco le pagelle di Milan – Fiorentina.

MILAN 5
Gioco prevedibile ed ennesima gara a secco per i rossoneri. Il gol di Chiesa apre una crisi di quattro partite consecutive senza vittoria.

DONNARUMMA 6
Poco sollecitato: gara al limite del s.v. 

ABATE 6
Diligente in fase difensiva. Subisce poco le offensive viola.

ZAPATA 6
Normale amministrazione: Simeone è un fantasma.

ROMAGNOLI 6
Con Zapata annullano gli attaccanti viola. Centralmente non si passa.

RODRIGUEZ 6,5
In assoluto il migliore in campo. Impeccabile in fase difensiva. Regista aggiunto della squadra, rischia di andare in gol in due occasioni. 

CALABRIA 5,5
Nonostante il nuovo ruolo, disputa una gara sufficiente, ma ha il demerito di farsi saltare troppo facilmente al gol di Chiesa.

J. MAURI 6
Buona prova da regista: sbaglia poco. Lascia il campo dopo  il vantaggio viola.

CALHANOGLU 5
Sbaglia passaggi banali a inizio gara e fa sfumare interessanti occasioni per i contropiedi rossoneri.

SUSO 5,5
Il più attivo del tridente: si mette in mostra con una serpentina in area di rigore avversaria.

HIGUAIN 5
Poco incisivo e poco servito. Arretra il proprio raggio di azione e non è mai presente in area di rigore.

CASTILLEJO 5 
Spento in fase offensiva, fatica e viene sempre fermato da Biraghi.

CUTRONE 5,5 (entrato al 67′)
Entra nella ripresa, ma non incide: è poco sereno.

LAXALT 5 (entrato al 67′)
Svogliato: entra e sbaglia ogni pallone che ha a disposizione.

CONTI s.v. (entrato all’ 83′)

GATTUSO 5
L’esperimento di Calabria mezz’ala non produce gli effetti sperati. Azzarda le due punte, e dopo 6 minuti viene punito dal gol di Chiesa. Il gioco rossonero appare troppo prevedibile.

#ANewMilan.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...