INTER E ROMA BELLE DI SERA: SPETTACOLO ALL’OLIMPICO MA SOLO UN PUNTO A TESTA

97

2-2 al termine di una gara divertente, ben giocata da nerazzurri e giallorossi e ricca di colpi di scena. Inter in vantaggio con Keita, poi ripresa con un gran tiro da fuori di Under e di nuovo avanti con Icardi, ma un tocco di braccio di Brozovic in area condanna i nerazzurri al pareggio, firmato da Kolarov dal dischetto

Notte prima degli esami, come nella canzone di Venditti, per Roma e Inter, con i giallorossi chiamati a riscattare le sconfitte con Udinese e Real Madrid e i nerazzurri a dimenticare la beffa di Wembley e a non aumentare il distacco dalla capolista Juventus prima di andare a giocare allo Stadium. Tanti altri i motivi d’interesse di un match che vede in campo alcuni ex, da Zaniolo a Santon, passando per Nainggolan (non schierato questa sera). E poi c’è soprattutto l’ex in panchina, Luciano Spalletti. Primo tempo divertente con l’Inter a fare la partita nella prima metà, ma la Roma che non demerita e prende coraggio, colpendo un palo e sfiorando il gol su punizione. I nerazzurri, con Joao Mario e Keita al posto dei ‘titolari’ Vecino e Politano, danno la sensazione di giocare in tranquillità e producono belle giocate, andando vicini al gol con Icardi e Perisic, ma sembra mancare l’ultimo passaggio, fino a quando Keita non insacca al volo al termine di una bella azione in velocità. Sul piano del gioco i giallorossi non sono da meno con alcuni episodi di fino come il tacco di Schick a liberare Florenzi sull’occasione del palo. Secondo tempo con le squadre a giocarsela e Roma più convincente di una Inter bella ma poco cattiva, anche se ha saputo ritrovare il vantaggio dopo il pareggio della Roma. Con il passare dei minuti allenatori e giocatori hanno giocato per la vittoria e ne è venuta fuori una partita molto divertente. Decisa, va detto, da una ingenuità di Brozovic, che tocca inutilmente di braccio in area e spalanca la porta al rigore e al pareggio gallorosso. Il due a due è il risultato giusto alla luce di quello che le squadre hanno espresso, ma queste partite le grandi squadre le decidono con gli episodi. E proprio la gestione degli episodi è stata la tomba dell’Inter. E probabilmente quello che manca ai nerazzurri per fare il salto definitivo, in una serata nella quale, grazie anche a Joao Mario e Keita, si sono visti fraseggi e belle giocate, con il piglio della grande. Inter rimandata, Roma salva al fotofinish, Rocchi e Var bocciati senza appello: manca un rigore netto per la Roma e l’espulsione di Spalletti nel finale appare una decisione un po’ troppo severa.   

Primo tempo

Inter schierata con Handanovic, D’Ambrosio, de Vrij, Skriniar, Asamoah, Brozovic, Joao Mario, Keita, Valero, Perisic, Icardi. Giallorossi in campo con Olsen, Santon, Manolas, Juan Jesus, Kolarov, Cristante, Nzonzi, Florenzi, Zaniolo, Under, Schick. Al 2’ Icardi al volo di piatto su traversone di Keita: palla fuori; al 6’ incursione in area di Asamoah che crossa basso, anticipato da Manolas in angolo; all’11’ tiro dai 25’ di Keita, parato in due tempi da Olson; al 14’ tiro di Florenzi dal limite che impegna Handanovic; al 20’ colpo di testa di Perisic che la mette appena sopra la traversa: il traversone era di D’Ambrosio. Al 26’ occasione Roma: grande azione di Schick che serve di tacco Florenzi: il suo tiro centra in pieno il palo, con Handanovic battuto. Al 30’ Brozovic buca la difesa giallorossa con un filtrante a servire Icardi che si fa ipnotizzare a tu per tu con Olsen. Al 32’ Gran tiro da fuori di Zaniolo, con Handanovic che respinge. Al 34’ lancio di D’Ambrosio e Keita di testa la colpisce debole da ottima posizione per la facile parata di Olsen. Al 35’ episodio dubbio nell’area interista: Zaniolo cade dopo un contatto con D’Ambrosio: Rocchi, dopo il check del Var, fa proseguire il gioco ma il contatto appare netto e all’interno dell’area. Al 36’ passa in vantaggio l’Inter: Joao Mario serve D’Ambrosio che crossa di prima dalla destra per la spaccata al volo di Keita. Al 39’ punizione di Kolarov battuta magistralmente con deviazione di Handanovic appena sotto la traversa. 

Secondo tempo

Al 48’ Valero recupera palla e la appoggia di testa sulla trequarti per Joao Mario che penetra in area e serve Icardi, murato dai difensori giallorossi, ma al 50’ arriva il pareggio della Roma con un gran tiro dai 25 metri di Under: Handanovic immobile. Al 54’ azione della Roma con Santon che serve Nzonzi in area e Skriniar a murarlo. Al 57’ si rivede l’Inter in area con Valero che si fa respingere il tiro da posizione laterale da Santon. Al 62’ Politano rileva Keita. Al 64’ l’Inter recupera palla su un’uscita di Santon e Icardi serve Perisic, murato da Juan Jesus. Sul calcio d’angolo Icardi la sbatte di testa in porta: Inter di nuovo in vantaggio. Al 73’ tocco di braccio di Brozovic in area e, dopo il check della var, rigore realizzato di potenza da Kolarov. All’80’ doppio cambio Inter: Vecino rileva Valero e Martinez Perisic. All’82’ Under lascia posto a Pastore tra le fila della Roma. All’84’ Politano si accentra e tira di potenza, murato da Juan Jesus. All’85’ azione dell’Inter con D’Ambrosio a servire Icardi, anticipato all’ultimo minuto da Olson. Al 92’ Spalletti va in anticipo negli spogliatoi per proteste. Al 93’ azione dei nerazzurri con tiro da fuori area di Brozovic. Al 95’ le ultime emozioni sono giallorosse con il colpo di testa di Cristante su calcio d’angolo, di poco a lato. Rocchi dice che può bastare così.   


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...