CHIEVO-MILAN 1-2: COLPO DA BI(G)LIA-RDO! I ROSSONERI INFILANO LA 5^ VITTORIA CONSECUTIVA

164

Al Bentegodi una magia di Biglia su punizione e un contestato ritorno al gol di Piatek permettono alla squadra di Gattuso di consolidare il terzo posto e arrivare al meglio per il Derby di settimana prossima. Hetemaj firma il momentaneo pari per i padroni di casa.  

LE FORMAZIONI

Per la trasferta di Verona, Gattuso attua un moderato turnover: dopo l’infortunio, torna dal 1′ Biglia in mezzo al campo. I terzini saranno Conti e Laxalt, mentre in avanti Castillejo vince il ballottaggio con Calhanoglu e agirà sulla sinistra con Suso e Piatek a completare il tridente.

CHIEVO: 4-3-1-2: Sorrentino; Depaoli, Bani, Andreolli, Barba; Dioussé(77′ Kiyineì), Leris, Hetemaj; Giaccherini; Meggiorini(77′ Djordjevic), Stepinski(88′ Pucciarelli).

MILAN: 4-3-3: Donnarumma; Conti(64′ Calabria), Musacchio, Romagnoli, Laxalt; KessièBiglia, Paquetà(53′ Calhanoglu); Suso(84′ Borini), Piatek, Castillejo.

LA CRONACA

Buon avvio di gara dei rossoneri che al 14′ si rendono pericolosi: Kessié riceve un ottimo filtrante in area di rigore, ma, da posizione piuttosto angolata, tenta la conclusione non trovando lo specchio della porta. Il Milan fatica a trovare le giuste soluzioni d’attacco per via di una diligente predisposizione tattica dei padroni di casa che si difendono facendo intensità nella propria metà campo. Al 31′ i rossoneri sbloccano la gara grazie ad una magistrale punizione dal limite di Biglia che toglie le regnatele dal sette. Al 39′ il Chievo si fa vivo dalle parti di Donnarumma con un tiro al volo di Leris che termina abbondantemente a largo dalla porta rossonera. Due minuti più tardi, i padroni di casa trovano il pari: Leris, dalla destra, mette in mezzo un traversone che Hetemaj angola di testa, infilando il pallone alle spalle del portiere rossonero. La prima frazione di gioco termina col parziale di 1-1.

Al rientro dagli spogliatoi gli allenatori confermano gli stessi undici del primo tempo. Al 49′ il Chievo si rende pericoloso con un tiro-cross insidioso che Donnarumma smanaccia evitando guai peggiori. Al 57′, al termine di un’azione rocambolesca in area di rigore avversaria, il Milan torna in vantaggio: Calhanoglu, dalla sinistra, mette al centro un traversone per Castillejo che, di testa, fa da sponda per Piatek. Il polacco è il più lesto e, di sinistro, deposita il pallone in rete alle spalle di un incolpevole Sorrentino. Al 74′ i rossoneri sprecano un’ottima azione di contropiede che libera al tiro Kessié, ma la conclusione dell’ivoriano, strozzata, finisce tranquillamente tra le braccia del portiere avversario. Al 90′ Milan vicinissimo al terzo gol: dalla trequarti, Calhanoglu mette in mezzo un cross che Romagnoli, di tacco, gira verso la porta sfiorando il palo. Finale in crescita per i rossoneri: al 93′, Calhanoglu conclude violentemente verso la porta, ma il suo tentativo viene murato, in extremis da un difensore avversario. L’arbitro decreta la fine del match: il Milan vince di misura 1-2 sul Chievo e salda il terzo posto. 

5^ VITTORIA CONSECUTIVA

Al Bentegodi il Milan infila la quinta vittoria consecutiva in campionato. Un record e un risultato che la squadra di Gattuso non era mai riuscita ad ottenere con l’allenatore calabrese in panchina e che certifica l’ottimo momento di forma dei rossoneri. La prestazione, seppur non esaltante, ha messo in mostra le individualità di Biglia e Castillejo, che hanno contribuito notevolmente alla vittoria finale. Dopo due giornate di astinenza, il pistolero Piatek, seppur in un’azione alquanto contestata, torna a segnare siglando il gol decisivo e il suo 19esimo in Serie A. Il polacco, ora, ha raggiunto Ronaldo e Quagliarella in testa alla classifica marcatori.

 AVVERSARIO OSTICO

Nonostante l’ultimo posto in classifica, il Chievo si è dimostrata, senz’altro, una squadra ostica da affrontare. In questo campionato i clivensi avevano fermato sul pari squadre dal blasone di Napoli, Lazio e Inter. Pertanto i tre punti odierni assumono un peso diverso e permettono agli uomini di Gattuso di consolidare il terzo posto in classifica e arrivare nel migliore dei modi al derby. Fondamentale per i rossoneri sbloccare la gara nella prima frazione di gioco su calcio piazzato.

Domenica, alle 20:30, a San Siro, andrà in scena il tanto atteso derby contro l’Inter. In palio l’ambito terzo posto e il primato cittadino.

#ANewMilan.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...