fbpx
CAMBIA LINGUA

Serie A, 9^ giornata: Fiorentina irriconoscibile, l’Empoli si aggiudica il derby dell’Arno

L’Udinese non sa più vincere, solo 1-1 contro il Lecce di D’Aversa

Serie A, 9^ giornata: Fiorentina irriconoscibile, l’Empoli si aggiudica il derby dell’Arno.

Udinese-Lecce (1-1)

La squadra di Sottil vuole la prima vittoria del suo campionato per allontanarsi dalla zona retrocessione. Score decisamente migliore per la formazione di D’Aversa: il Lecce è decimo in classifica con 12 punti vicinissimo alla zona Europa. La coppia d’attacco dei friulani è formata da Thauvin e Success, con Lucca che parte dalla panchina. I pugliesi iniziano la partita con Gallo preferito a Dorgu sulla corsia sinistra di difesa. Parte dalla panchina Banda, in favore di Almqvist e Strefezza.

Pochissime emozioni nel corso del primo tempo, con una grande occasione per parte nel giro di due minuti. Al 46’ viene concesso un calcio di rigore per i bianconeri. Ebosele sprinta a destra e crossa basso in area, Falcone intercetta e il pallone finisce nella zona di Success, il cui colpo di testa a botta sicura viene salvato sulla linea da Gendrey. Pereyra anticipa il difensore del Lecce, che interviene sul numero 37 bianconero. Il francese Thauvin apre l’interno e spiazza Falcone dal dischetto.

Il gol del pareggio del Lecce arriva nel finale, al minuto 83. Sansone salta un uomo e crossa sul secondo palo per Piccoli, l’ex Atalanta allunga la gamba e batte Silvestri.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

thauvin

Fiorentina-Empoli (0-2)

All’Artemio Franchi si sfidano la Fiorentina di Italiano e l’Empoli di Andreazzoli. Match speciale per le due formazioni toscane, che affrontano il derby dell’Arno partendo da due posizioni in classifica diametralmente opposte. I viola entrano in campo con Nzola in attacco e Gonzalez, Bonaventura e Brekalo sulla trequarti. L’Empoli risponde con Cambiaghi dal 1’ minuto, insieme a Cancellieri, alle spalle di Caputo.

Primo frazione di gara giocata su ritmi elevati, soprattutto da parte dell’Empoli, che spesso approfitta degli errori offensivi della Fiorentina per rilanciarsi in contropiede. La partita si sblocca al 21’, con Grassi che taglia alle spalle della difesa e viene servito, poi crossa basso al centro per Caputo che con un tocco sotto scavalca Terracciano e porta in vantaggio i suoi. In pieno recupero, negata dal VAR la gioia della doppietta al centravanti 36enne per un tocco con il braccio.

Il gol dello 0-2 scaturisce da un errore di Martinez Quarta, che perde un brutto pallone in difesa finendo per favorire Cambiaghi, che con il tunnel lancia Fazzini sulla fascia destra: il neo entrato crossa basso al centro per il taglio di Gyasi, che con il destro deve solo appoggiare in rete.

La squadra di Italiano, irriconoscibile per l’insufficienza del calcio espresso questa sera, manca l’aggancio alla Juve al terzo posto e rimane quarta con il Napoli a quota 17 punti. Con la vittoria nel derby, l’Empoli almeno per il momento, esce dalla zona retrocessione.

caputo

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×