Social Network e diffamazione aggravata

212

di Edoardo E. Artese

Un interessante sentenza in tema di sociale network.

La Suprema Corte di Cassazione si è espressa in tema di diffamazione aggravata (art. 595 c.p.) nell’ambito dei social network.

Secondo la sentenza n. 40083/2018 della Cassazione penale, la bacheca o il profilo di un utente hanno intrinsecamente la capacità di diffondere un messaggio offensivo tra più persone. Dovrà, pertanto, essere condannato per diffamazione aggravata dall’utilizzo di “altro mezzo di pubblicità” chiunque pubblichi espressioni offensive nei confronti di terzi, con tali modalità. 

Un nuovo monito (questa volta da una fonte molto autorevole) ad utilizzare i social network in modo sensato, ricordando il potenziale di diffusione di ogni post.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...