Vimodrone, in via Cesare Battisti sbarca il coworking

L’innovativa modalità di lavoro basata sulla condivisione dell’ufficio (e non solo).

Vimodrone, in via Cesare Battisti sbarca il coworking: l’innovativa modalità di lavoro basata sulla condivisione dell’ufficio (e non solo).

Il coworking è uno modo di lavorare che implica la condivisione con altre persone di un ambiente di lavoro, spesso un ufficio, mantenendo però un’attività indipendente. Molto spesso, perciò, chi occupa spazi di coworking non lavora per la stessa organizzazione. Questo modo di lavorare attrae tipicamente tutti quei professionisti che lavorano a casa, come liberi professionisti o persone che viaggiano frequentemente e finiscono per lavorare in una sorta di isolamento.

Questo innovativo modo di lavorare arriva anche a Vimodrone e precisamente nell’hub delle Associazioni, in via Cesare Battisti, 25 e ad occuparsene è il signor Mario Palermo, il referente del progetto.

Il servizio, attivo al secondo piano del palazzo comunale, è distribuito su 12 ore al giorno per sette giorni.
L’accesso al piano è fornito di ascensore. Si tratta di spazi attrezzati con connessione veloce in fibra ottica, WIFI, scrivanie, tavolo per video conferenze di gruppo, desktop e stampanti. Lo spazio di coworking è aperto tutta la settimana, per lavorare e studiare in assoluta tranquillità.

Lo spazio di coworking è pensato anche per facilitare lo scambio e il trasferimento di conoscenze e competenze. Il lockdown prolungato per effetto della pandemia COVID-19 nel 2020 e 2021, ha forzato il ricorso allo smart working, costringendo lavoratori e lavoratrici a ricavare uno spazio nella propria abitazione.

A parte i pochi fortunati che avevano a disposizione spazi da dedicare al lavoro agile, molti cittadini e cittadine hanno dovuto improvvisare aree da dedicare al lavoro in ambienti angusti, poco illuminati, non dotati delle misure di sicurezza adeguate, per svolgere lunghe giornate di lavoro, magari con la presenza di bambini. Anche studenti e pensionati possono trovarsi in condizioni simili perché non dispongono di spazi per lo studio oppure non dispongono di connessioni di rete e strumenti di lavoro per ufficio.

Per queste nuove situazioni di disagio, la disponibilità di uno spazio di coworking di prossimità, può facilitare la conciliazione di tempi, lavoro, vita familiare.

La fase di avvio sperimentale, che dura per i primi sei mesi, è gratuita. Insieme, il Comune di Vimodrone e i cittadini, avranno la possibilità di migliorare il servizio e renderlo sostenibile nel tempo.

Destinatari del servizio

L’uso dei locali di coworking è consentito a tutti coloro che ne facciano richiesta e appartengano alle seguenti categorie:

  • Startup;
  • Soggetti in pre-incubazione;
  • Liberi professionisti/lavoratori autonomi/consulenti con partita iva;
  • Lavoratori occasionali;
  • Ditte individuali, senza distinzione di categoria;
  • Società di persone e/o di capitali;
  • Lavoratori dipendenti e/o collaboratori che svolgono l’attività anche al di fuori della sede dell’azienda.

Possono altresì richiedere l’uso dei locali stessi anche le seguenti categorie:

  • Studenti;
  • Disoccupati e/o inoccupati per avvio di progetto di occupazione;
  • Pensionati.

 Sistema di prenotazione on line:

Gli orari di apertura sono i seguenti: dalle ore 9.00 alle ore 21.00 dal lunedì alla domenica.

La giornata di lavoro è articolata in tre slot di prenotazione, ognuno da quattro ore ciascuno:

  1. 9.00 / 13.00
  2. 13.00 / 17.00
  3. 17.00 / 21.00

Ogni slot è riferito ad una singola postazione di lavoro. Le postazioni di lavoro prenotabili sono 6. Ogni cittadino può prenotare uno o più slot al giorno per una postazione di lavoro, accedendo alla homepage prenotazioni del Comune di Vimodrone al link: https://servizi.vimodrone.comune.cloud/user/login

La prenotazione è attivabile solo muniti di SPID. Chi intende usufruirne dovrà disporre di un proprio portatile. Durante l’utilizzo dello spazio valgono e vanno rispettate le disposizioni sanitarie per l’accesso ai luoghi pubblici, ovvero l’utilizzo della mascherina FFP2 e possesso di Super Green Pass.

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...