Roma, accordo tra Polizia di Stato e UNEM per la sicurezza delle infrastrutture informatiche

Una collaborazione in difesa della sicurezza pubblica

Roma, accordo tra Polizia di Stato e UNEM per la sicurezza delle infrastrutture informatiche.

È stato siglato oggi a Roma l’accordo tra Polizia di Stato e Unione Energie per la Mobilità (UNEM), volto al potenziamento della sicurezza ed alla migliore gestione, condivisione ed analisi di informazioni idonee a prevenire e contrastare attacchi o danneggiamenti in pregiudizio delle infrastrutture informatiche afferenti al marchio.

La convenzione, firmata dal Prefetto Dott.ssa Daniela Stradiotto, nella sua qualità di Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato, e per UNEM dalla Dott.ssa Marina Barbanti, nella sua qualità di Direttore Generale, rientra nell’ambito di quanto sancito dall’art. 39 della legge 16 gennaio 2003, n. 3, recante: “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione” e che  prevede che il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, nell’ambito delle direttive impartite dal Ministro dell’Interno per il potenziamento dell’attività di prevenzione, può stipulare convenzioni con soggetti, pubblici e privati, dirette a fornire, con la contribuzione degli stessi soggetti, servizi specialistici, finalizzati ad incrementare la sicurezza pubblica.

Nelle articolazioni del Dipartimento è compresa la Direzione Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato, alle cui dipendenze operano, in particolare, gli uffici territoriali istituiti per le esigenze della Polizia Postale e delle Comunicazioni che svolgono le azioni di prevenzione e contrasto alla criminalità informatica; inoltre nell’ambito della direttiva generale per l’attività amministrativa e per la gestione relativa all’anno 2021, il Ministro dell’Interno ha previsto, tra gli obiettivi operativi, l’ampliamento della sfera di tutela del C.N.A.I.P.I.C. per le infrastrutture critiche informatizzate e per le infrastrutture sensibili presenti sul territorio – Piccole e Medie Imprese (PMI) e Pubblica Amministrazione Locale (PAL) – da realizzarsi tramite l’incremento del numero di accordi bilaterali tra l’Amministrazione e gli enti gestori di sistemi e servizi informatici strategici e la creazione nei Compartimenti della Polizia Postale e delle Comunicazione dei Nuclei Operativi Sicurezza Cibernetica.

UNEM è l’Associazione delle imprese che operano nei settori della raffinazione, dello stoccaggio e della distribuzione di prodotti petroliferi e di prodotti energetici low carbon, tra cui i biocarburanti e gli e-fuels, svolgendo un ruolo strategico ai fini della sicurezza dell’approvvigionamento del Paese.

I sistemi informatici e le reti telematiche di supporto alle attività svolte dalle aziende associate ad UNEM sono da considerare infrastrutture critiche di interesse pubblico. Risulta, pertanto, necessario prevenire e contrastare ogni forma di accesso illecito, anche tentato, con finalità di:

  1. a) interruzione dei servizi di pubblica utilità;
  2. b) indebita sottrazione di informazioni;
  3. c) attacchi cibernetici su vasta scala volti a compromettere la sicurezza del “Sistema Paese”;
  4. d) porre in essere qualsiasi ulteriore attività illecita.

L’accordo sottoscritto intende realizzare una cooperazione tra il Servizio di Polizia Postale e UNEM volta alla prevenzione e alla repressione dei crimini informatici, ispirata al principio di sicurezza partecipata, nell’intento di assicurare in via sinergica ed efficiente le risorse del Sistema Paese a vantaggio dell’intera collettività, contribuisce al contenimento dei costi operativi derivanti da interruzioni dei servizi erogati attraverso sistemi informatici e di telecomunicazioni.

Alla firma della convenzione era altresì presente per il Dipartimento di Pubblica Sicurezza il Dott. Antonio Borrelli, Dirigente Generale della Pubblica Sicurezza.

 

Roma, accordo tra Polizia di Stato e UNEM per la sicurezza delle infrastrutture informatiche.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...