Oristano, PNRR: 31 milioni per la rigenerazione della città, 16 i progetti in cantiere

Gli interventi presentati durante la conferenza stampa dall’ingegner Giuseppe Pinna

Oristano, un parco progetti da 31 milioni 121 mila euro con 20 milioni di euro di finanziamento ministeriale e 11 milioni di ulteriori cofinanziamenti. 

È il Programma di rigenerazione urbana targato Oristano, presentato dalla Giunta Lutzu, che nei giorni scorsi è stato interamente finanziato dal Governo italiano con un decreto interministeriale. Negli ultimi giorni si è aggiunto anche un ulteriore finanziamento di 915 mila euro per un edificio di ERP di via Alghero.

“Il 2021 si è chiuso con questa bellissima notizia e il nuovo anno si apre con una nuova straordinaria occasione di rilancio per la città – commenta il Sindaco Andrea Lutzu che questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, ha illustrato gli interventi insieme agli assessori e ai capigruppo di maggioranza -. Nel complesso a Oristano arrivano quasi 21 milioni di euro per numerosi interventi di riqualificazione urbana su piazze, strade, marciapiedi, illuminazione ed edifici pubblici”.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Per il Sindaco Lutzu “grazie ai 15 milioni del Programma Qualità dell’abitare e ai 31 del PNRR, senza dimenticare i programmi Oristano est e Oristano ovest e la Programmazione territoriale, per un ammontare complessivo di 81 milioni di euro, si creano le condizioni per ridisegnare il volto della nostra città, dando soluzione a ferite e ad aspirazioni vecchie di decenni. I cantieri, che dovranno concludersi entro marzo 2026, porteranno lavoro e occupazione, creando indotto e una bella boccata d’ossigeno alla nostra economia”.

Per il PNRR sono stati presentati progetti per un totale di 31 milioni e 121 mila euro e la richiesta di finanziamento di 20 milioni di euro è stata interamente accolta. Sono previsti interventi a Su Brugu e al Sacro Cuore, nel centro storico, a Torre Grande, nell’area di Oristano ovest e Oristano est e nelle aree C2ru di Sa Rodia e Silì. Si vuole migliorare la qualità del tessuto urbano nei quartieri favorendo la connessione con piazza S. Efisio, riqualificando e ampliando gli spazi e le aree verdi di Piazza Mariano. Altri interventi riguardano le aree adiacenti piazza Manno, il completamento del Teatro Garau, la riqualificazione dell’Hospitalis Sancti Antoni, la realizzazione della pista ciclabile e di aree ricreative a Torre Grande, la realizzazione di un hub destinato alla mobilità sostenibile, con integrazione delle diverse modalità di trasporto e la sistemazione della vasta area urbana a ridosso del Campo Tharros, la rifunzionalizzazione della ex Casa dello studente con lo scopo di ospitare un centro di studio e di promozione delle ricchezze agroalimentari del territorio, la riqualificazione del Campo Tharros, dell’ex mattatoio come centro servizi per il parco lineare la creazione nell’ex Ente risi di un polo archivistico e di servizi per la digitalizzazione documentale, con funzioni di supporto ad altri enti locali del territorio.

 

Questi gli interventi presentati durante la conferenza stampa dall’ingegner Giuseppe Pinna, dirigente comunale dello sviluppo del territorio:

  • Riqualificazione Su Brugu e Sacro Cuore (2 milioni 700 mila euro) – Miglioramento della qualità del tessuto urbano riqualificando gli assi principali di connessione dello storico e popoloso quartiere Su Brugu con la piazza della Chiesa di sant’Efisio.
  • Riqualificazione Su Brugu e Sacro Cuore (1 milione 900 mila euro) – Miglioramento della qualità del tessuto urbano riqualificando e ampliando gli spazi di relazione e le aree verdi esistenti nel quartiere Sacro Cuore, caratterizzato da numerosi edifici destinati all’edilizia residenziale pubblica.
  • Riqualificazione Piazza Mariano – Ridefinizione urbanistica dello spazio urbano di Piazza Mariano, alle porte del centro città e cerniera di collegamento con il quartiere Su Brugu.
  • Riqualificazione urbana centro storico (1 milione e mezzo di euro) – Miglioramento della qualità del decoro urbano delle aree adiacenti la storica piazza Manno, con il completamento degli interventi di riqualificazione già avviati.
  • Riqualificazione urbanistica della Piazza Manno (1 milione e mezzo di euro) – Il progetto, per la cui attuazione è stato aggiudicato un concorso di progettazione, intende restituire alla Città la piazza storica dove si affaccia la Reggia Giudicale.
  • Completamento riqualificazione Teatro Garau (500 mila euro) – Completamento del recupero funzionale e della messa a norma dello storico teatro cittadino. Attualmente l’impianto risulta solo parzialmente fruibile.
  • Riqualificazione ex Asilo Sancti Antoni (500 mila euro) – Messa norma antincendio dei locali destinati a biblioteca comunale e sale espositive adibite a centro culturale nell’antico ospedale di epoca medievale.
  • Realizzazione pista ciclabile e servizi annessi Torre Grande (un milione 800 mila euro) – L’intervento comprende un grande progetto di riqualificazione di Torre Grande, attraverso un asse attrezzato ciclopedonale che collega la borgata con il porticciolo.
  • Riqualificazione aree ricreative Torre Grande (1 milione 200 mila euro) – Progetto per completare e rendere funzionali e attrattive alcune aree di proprietà comunale site all’ingresso della borgata marina, da destinare a area grandi eventi e centro servizi.
  • Realizzazione connessione nuova Circonvallazione al centro direzionale Oristano Ovest (3 milioni 850 mila euro) – L’intervento completa il programma di riqualificazione urbana dell’area Oristano Ovest, cofinanziato dalla Regione Sardegna. Si prevede la realizzazione di un hub per la mobilità sostenibile, con integrazione delle diverse modalità di trasporto e la sistemazione dell’area urbana a ridosso del Campo Tharros.
  • IlabFood – Riqualificazione Ex Casa dello Studente (un milione 800 mila euro) – L’intervento si propone di completare la rifunzionalizzazione della struttura realizzata negli anni ’80 con lo scopo di ospitare un centro di studio e promozione delle ricchezze agroalimentari del territorio, in collaborazione con il Consorzio Universitario di Oristano e la realtà produttiva locale. Il progetto prevede anche l’utilizzo di ulteriori risorse stanziate dalla Regione per l’allestimento e la gestione del centro, per 2 milioni di euro.
  • Riqualificazione Campo Tharros (800 mila euro) – Completamento della riqualificazione dell’impianto sportivo che necessita di alcuni ulteriori interventi di messa a norma al fine di una gestione economicamente sostenibile. L’intervento integra i progetti di riqualificazione urbana dell’area di Oristano Ovest.
  • Completamento ex mattatoio (600 mila euro) – Riqualificazione centro servizi parco lineare – Completamento funzionale del primo stralcio esecutivo attuato nell’ambito del Programma Periferie, per la realizzazione di un centro servizi e per l’educazione ambientale a supporto del parco lineare e dell’area SIC “Stagno di santa Giusta”.
  • Archivio storico e di deposito presso ex Ente Risi – Centro servizi digitali (2 milioni di euro) – Completamento funzionale del primo stralcio esecutivo attuato nell’ambito del Programma Periferie, per la creazione di un polo archivistico e di servizi per la digitalizzazione documentale, con funzioni di supporto ad altri enti locali del territorio.
  • Riqualificazione urbanistica C2ru – Sa Rodia/Silì (1.800.000 € più quota privati e cofinanziamenti pubblici per 7milioni 400mila euro) – L’intervento vuole risolvere problematiche ambientali e urbanistiche dovute a uno sviluppo irregolare privo di una corretta pianificazione. È prevista una forte compartecipazione di capitali privati.
  • Riqualificazione edificio ERP di via Alghero – 915.251 euro

LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...