Monza, Individuati gli hub vaccinali per i più fragili: la “Casa del Volontariato” di via Correggio, il Centro Anziani a San Rocco e l’Ospedale Vecchio

L’Assessore Désirée Merlini: "In uno stato di emergenza come questo tutti devono mettersi a disposizione. Noi stiamo facendo la nostra parte"

Monza, Tre spazi per cambiare passo nella vaccinazione contro il Covid. La Giunta, nella seduta di venerdì 12 marzo, ha individuato tre luoghi in cui potranno essere somministrati i vaccini: la “Casa del Volontariato” di via Correggio, il Centro Anziani presso il Centro Civico San Rocco, entrambi di proprietà del Comune, e l’Ospedale Vecchio di proprietà dell’ASST Monza.

Il ruolo del Comune. Presso gli immobili di proprietà del Comune saranno predisposte 7 postazioni di vaccinazione (5 alla «Casa del Volontariato» e 2 al Centro Anziani). Il Comune si occuperà di allestire gli spazi, predisporre i percorsi di ingresso e uscita, mettere in campo i volontari della Protezione Civile per gestire il flusso delle persone e fare le sanificazioni giornaliere. Il supporto amministrativo ai medici sarà fornito dall’ATS Brianza e dal mondo del volontariato.

“Il contenitore è pronto: il problema non sono gli spazi, ma la disponibilità di vaccini – spiegano il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore alle Politiche Sociali Désirée Merlini -. Ci auguriamo che nelle prossime settimane, come promesso dal ministro Speranza, ne arrivi un numero nettamente maggiore a quello di queste prime settimane. Dobbiamo aumentare la nostra capacità di somministrazione. Siamo in emergenza sanitaria e, in una situazione di questo tipo, tutti devono dare il loro contributo. Noi stiamo lavorando affinché i pazienti anziani, cronici e fragili possano essere vaccinati velocemente e in sicurezza dal proprio medico di fiducia. Invitiamo proprio questi ultimi a collaborare con l’Amministrazione per portare a termine tempestivamente la campagna vaccinale di questi pazienti. Il virus corre, noi dobbiamo correre più veloci”.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

L’individuazione dei tre luoghi per la somministrazione dei vaccini nasce da un protocollo di intesa tra il Comune di Monza, ATS Brianza, ASST Monza, associazione “Casa del Volontariato” di Monza, Associazione “Auser” e Medici di Medicina Generale.

Le operazioni di vaccinazione riguarderanno, in questa fase, i pazienti anziani, cronici e fragili con ordine di priorità anagrafica a partire dagli over 80, che sono circa 54mila in tutta la Provincia. Di questi circa 8.500 risiedono a Monza a cui sarà somministrato il vaccino Pfizer.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...