Milano, via libera all’accordo per un nuovo svincolo a Milano Santa Giulia, fondamentale per l’accesso a PalaItalia

Fontana e Terzi sottolineano l'importanza di questo progetto e dell'evento delle Olimpiadi del 2026 che offre una vetrina internazionale unica

Milano, via libera all’accordo per un nuovo svincolo a Milano Santa Giulia, fondamentale per l’accesso a PalaItalia.

Via libera all’accordo per la realizzazione del nuovo svincolo verso il quartiere Santa Giulia di Milano, fondamentale per l’accessibilità al PalaItalia, la struttura che ospiterà l’hockey su ghiaccio alle Olimpiadi Milano-Cortina 2026.

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, ha infatti approvato lo schema di Protocollo d’intesa tra Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili,
Comune di Milano, Regione Lombardia, Milano Serravalle-Milano Tangenziali S.p.A., Città Metropolitana di Milano per la progettazione e realizzazione della nuova zona di scambio della A51 Tangenziale est di Milano, carreggiata Sud, tra l’ingresso dello svincolo ‘Forlanini’ e la nuova uscita ‘Mecenate-Camm’.

FONTANA: LA REGIONE RISPETTA GLI IMPEGNI PRESI“Questo accordo – ha spiegato il presidente Fontana – dimostra, ancora una volta, l’attenzione costante della Regione Lombardia per le opere legate all’evento olimpico. Si tratta di un altro passo in avanti, cruciale, verso l’obiettivo di assicurare le infrastrutture necessarie. Anche in questa occasione abbiamo lavorato d’intesa con il Ministero, con il Comune di Milano e con tutti i soggetti interessati. Questa è la modalità d’azione giusta per raggiungere risultati concreti e rispettare le tempistiche. La Regione Lombardia onora gli impegni presi: proseguiamo su questa strada per arrivare pronti al 2026″.

ASSESSORE TERZI: MIGLIORA LA VIABILITÀ IN UN PUNTO NEVRALGICO“L’intervento – ha continuato l’assessore Terzi – migliorerà sensibilmente la viabilità in un punto nevralgico della rete stradale milanese. Si tratta di un’opera molto significativa in ottica Olimpiadi, proprio perché riguarda l’accessibilità al PalaItalia e dunque all’arena che ospiterà le competizioni olimpiche. L’evento del 2026 offrirà al nostro territorio una vetrina internazionale unica. Siamo in campo con gli altri enti coinvolti per assicurare questa infrastruttura necessaria, che risolverà le criticità di accesso non solo al PalaItalia, ma anche al quartiere di Santa Giulia di Milano”.

IMPEGNO DI SPESA – L’opera ha un costo di 10 milioni di euro. Con un successivo accordo tra le parti sarà definito l’impegno economico in capo ai sottoscrittori.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...