Padova, “Cantando Padova”: testi e musiche di canzoni cittadine raccontate nel libro del Maestro Ongarello

La presentazione si terrà venerdì 18 febbraio al Centro Culturale Altinate San Gaetano

Padova, “Cantando Padova”: testi e musiche di canzoni cittadine raccontate nel libro del Maestro Ongarello

 

Si terrà venerdì 18 febbraio ‘22, alle ore 17.30, al Centro Culturale Altinate San Gaetano la presentazione del libro “Cantando Padova” edito da Armellin Musica.

Il volume, voluto e realizzato dal Maestro Antonio Ongarello, con prefazione dello scrittore padovano Francesco Jori, è una raccolta di testi e musiche di 20 canzoni padovane del secondo dopoguerra.

“Ringrazio l’autore e tutti coloro che hanno contribuito a realizzare questa preziosa opera collettiva per aver restituito, attraverso le canzoni, uno spaccato che racconta una Padova d’altri tempi – dichiara il sindaco, Sergio Giordani – Una raccolta di testi e musiche di venti canzoni testimoni di cambiamenti più generali della società e delle forme dello stare assieme negli anni in cui tutti “guardavano avanti”. Canzoni che possiamo definire strutture di socialità musicale come le relazioni amicali, la famiglia, i luoghi di lavoro, il tempo libero, gli incontri nelle piazze, nelle strade. Canzoni che restituiscono tradizioni, cultura, partecipazione, dove il canto e la musica risultano essere un documento utile per capire la storia”.

“Nell’insieme – si legge nel libro – queste canzoni raccontano con immagini e sfumature diverse la Padova del secondo dopoguerra. Una città molto diversa da quella dei nostri giorni e per la quale, sotto certi aspetti, proviamo un po’ di nostalgia. I monumenti vissuti come luoghi della quotidianità, dell’amore, dei mestieri umili, dei divertimenti semplici, dei personaggi caratteristici che giravano per le nostre vie e piazze. Venti canzoni che correvano il rischio di essere completamente dimenticate e che questa iniziativa ha il pregio di raccogliere e di fissare in un’unica pubblicazione. Un affresco in versi e melodie della nostra amata Padova e della gente che la vive e la anima”.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...