fbpx

Giornata in onore delle vittime sul lavoro, le parole di Sergio Mattarella e l’incremento dei dati degli ultimi anni

In occasione della giornata dedicata alle vittime sui luoghi di lavoro, il Capo dello Stato rilascia un messaggio. I dati dimostrano un incremento definito “intollerabile” dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Giornata in onore delle vittime sul lavoro, le parole di Sergio Mattarella e l’incremento dei dati degli ultimi anni

In occasione della giornata dedicata alle vittime sui luoghi di lavoro, il Capo dello Stato rilascia un messaggio. I dati dimostrano un incremento definito “intollerabile” dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Nel 2023 si registrano quasi 80 morti al giorno, riporta l’Osservatorio Ambiente e Sicurezza. In occasione della 73° giornata nazionale per le vittime sul lavoro, a Spadafora, si è svolta una manifestazione. Nonostante gli interventi normativi, intenzionati a prevenire e limitare il fenomeno degli incidenti sul lavoro, i dati registrano un incremento allarmante.

Il Presidente Sergio Mattarella, in merito alle vittime sul luogo di lavoro ha dichiarato: “L’intollerabile e dolorosa progressione delle morti e degli incidenti sul lavoro sollecita una urgente e rigorosa ricognizione sulle condizioni di sicurezza nelle quali si trovano a operare lavoratori. Morire in fabbrica, nei campi, in qualsiasi luogo di lavoro è uno scandalo inaccettabile per un Paese civile, un fardello insopportabile per le nostre coscienze, soprattutto quando dietro agli incidenti si scopre la mancata o la non corretta applicazione di norme e procedure”. Aggiungendo “La sicurezza non è un costo, né tantomeno un lusso: ma un dovere cui corrisponde un diritto inalienabile di ogni persona. Occorre un impegno corale di istituzioni, aziende, sindacati, lavoratori, luoghi di formazione affinché si diffonda ovunque una vera cultura della prevenzione”.

Secondo i dati riportati dall’Inail, in Italia dal 2021 ad oggi si registra un incremento. Dal 2021 al 2022 si parla di un aumento di 25.7% di denunce per infortunio sul lavoro. In aumento anche le diagnosi sanitarie di origine professionale denunciate. Nel 2022 l’incremento maggiore è stato registrato da una componente femminile, anche se è in crescita anche quella maschile. Nonostante l’incremento coinvolge quasi tutte le fasce d’età, quasi la metà dei casi fa riferimento alla classe dei 40-59 anni.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Giornata in onore delle vittime sul lavoro, le parole di Sergio Mattarella e l’incremento dei dati degli ultimi anni

 

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×