fbpx
CAMBIA LINGUA

Manifestazione a Roma: “La Via Maestra. Insieme per la Costituzione”

Una mobilitazione nata per “Uscire dalla rassegnazione”, nella quale non sono mancate le parole del discorso del segretario generale della Cgil. Registrati cori sessisti in metropolitana nei confronti della Premier Giorgia Meloni.

Manifestazione a Roma: “La Via Maestra. Insieme per la Costituzione”

Una mobilitazione nata per “Uscire dalla rassegnazione”, nella quale non sono mancate le parole del discorso del segretario generale della Cgil. Registrati cori sessisti in metropolitana nei confronti della Premier Giorgia Meloni.

“La Via Maestra. Insieme per la Costituzione”, è una mobilitazione lanciata da una serie di associazioni, tra cui anche la Cgil. Due cortei, riunitosi in piazza San Giovanni.

Il Segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, ha tenuto un discorso in onore della mobilitazione presso la piazza di ritrovo “È arrivato il momento di introdurre un salario orario minimo sotto il quale nessun lavoratore possa essere pagato: 5-6 euro all’ora sono paghe da fame, inaccettabili. Denunciando anche quello che sta accadendo al Cnel: il governo anziché assumersi la responsabilità di convocare le parti sociali e dire cosa vuole fare sui contratti, sulla legge sulla rappresentanza, sul salario minimo, ha subappaltato il suo ruolo al Cnel. È un attacco alla libera azione dei lavoratori”, ha dichiarato il segretario.
Secondo Landini è necessario “Uscire dalla rassegnazione, basta subire scelte sbagliate”.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

IL VIDEO CON GLI INSULTI ALLA PREMIER GIORGIA MELONI

Poco dopo la mobilitazione è diventato virale un video nel quale appaiono un gruppo di persone che in metropolitana cantano “La Meloni è una p******”.
La Premier ha condiviso il video sulla sua piattaforma social citando il rappresentante di Cgil Maurizio Landini. “Ho sempre rispetto del dissenso ma mi piacerebbe sapere cosa pensano le esponenti della sinistra di questi “slogan politici” di alcuni militanti della Cgil. E mi piacerebbe sapere cosa ne pensa il segretario Maurizio Landini con la sua morale sempre pronta per gli altri”, scrive la Premier.
Landini risponde dichiarando “Non conosco i protagonisti del video girato sulla metropolitana di Roma. In ogni caso, condanno senza se e senza ma quegli insulti violenti e sessisti, che non fanno parte della cultura e della pratica della mia organizzazione. La Cgil da sempre contrasta in ogni luogo ogni forma di violenza fisica e verbale. E si batte per superare quella cultura patriarcale che è all’origine di ogni forma di violenza verso le donne”.

maurizio landini - CGIL

 

 

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×