Como, controlli e verifiche sull’apertura delle attività post-covid

Como, La Polizia di Stato di Como prosegue l’attività di controllo e verifica sulle attività commerciali maggiormente sensibili in relazione alla riapertura post- covid. Per garantire vacanze più sicure, in questo periodo sono state incentivate le verifiche di rispetto dei protocolli sanitari e di esercizio da parte della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Como nei confronti delle strutture ricettive.

In particolare, nel pomeriggio di ieri sono stati controllati tre agriturismi nella zona di Villa Guardia. Le strutture sono risultate in regola sia con le normative che con protocolli. Oltre all’attività sanzionatoria, è stata effettuata anche una attenta opera di sensibilizzazione, sono stati forniti suggerimenti operativi per migliorare ulteriormente la qualità dei servizi offerti.

Sempre nel pomeriggio di ieri, nella zona di Via Milano alta, sono stati controllati due esercizi di somministrazione di cibi e bevande ed un minimarket. Un “Kebab” è risultato pienamente rispondente alla normativa anti-covid, ed anche in questo caso sono stati forniti suggerimenti volti ad innalzare ulteriormente le misure di sicurezza sanitaria relative alla ristorazione.

Un bar è stato sanzionato con la chiusura per tre giorni a seguito del riscontro di gravi violazioni alla normativa vigente; dalla mancata misurazione della temperatura degli operatori e dei clienti intenti a consumare cibi e bevande al tavolo, alla mancata sanificazioni dei servizi e degli ambienti e degli apparecchi da gioco in occasione del cambio del cliente al servizio ai clienti da parte del personale senza mascherina indossata.

E’ stato chiuso per tre giorni anche un minimarket per molteplici violazioni, dalla mancata
esposizione della informativa sulle misure di prevenzione, rilevamento della temperatura ai dipendenti, il personale di servizio ed i clienti non indossavano la mascherina, nei servizi igienici non era in funzione l’estrattore di aria, inoltre, le condizioni igieniche del locale non erano adeguate all’attività di vendita di generi alimentari e di macelleria svolta.

Le violazioni sono state accertate e verificate con una prolungata opera di osservazione per verificare che non fossero situazioni momentanee e dovute a momenti di stanchezza a causa del caldo di questi giorni.

L’attività proseguirà per tutto il periodo estivo, per garantire vacanze e servizi sicuri e tranquilli ai cittadini della provincia di Como.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...