Aosta, al via l’iter per la riqualificazione della stazione: intesa tra Comune e Rete Ferroviaria Italiana

Aosta, il Comune informa che nel pomeriggio odierno, giovedì 25 novembre, ha ufficialmente preso il via l’iter per la riqualificazione della stazione ferroviaria di Aosta e dell’area circostante attraverso la stipula del Protocollo d’intesa tra il Comune di Aosta, rappresentato dal dirigente dell’Area T2 Marco Framarin, e la società Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) rappresentata da Sara Venturoni, Responsabile della Direzione Stazioni.
L’odierna sottoscrizione permetterà di avviare, in maniera coordinata, il riordino funzionale dello storico complesso immobiliare che fa perno sulla stazione ferroviaria nonché la sistemazione delle aree esterne alla stazione, attraverso un concorso di apporti di competenza sia dell’Ente comunale che di RFI.
In particolare, il Protocollo si pone l’obiettivo di definire gli impegni e gli obblighi tra le parti finalizzati ad individuare il programma complessivo degli interventi da attuare per riqualificare la stazione ferroviaria e il suo ambito di inserimento, e per garantirne il pieno sviluppo della stazione come nodo trasportistico integrato nel sistema di mobilità territoriale e come polo di servizi per la città.
Per ottenere tali risultati è stato condiviso un approccio progettuale concertato che garantisce in forma integrata la realizzazione dei seguenti interventi:

  • realizzazione degli interventi funzionali a migliorare l’accessibilità, la fruibilità e la sicurezza per gli utenti del servizio ferroviario, anche per le persone a ridotta mobilità;
  • realizzazione del prolungamento del sottopasso ferroviario per collegarlo al manufatto esistente che sottoattraversa via Carrel, realizzato dall’Amministrazione comunale, al fine di garantire una connessione diretta e in sicurezza con il parcheggio di interscambio a servizio della stazione;
  • sistemazione del piazzale antistante la stazione, tramite la ridistribuzione logica degli spazi e dei flussi veicolari e pedonali, la riqualificazione delle aree verdi e la ricomposizione di percorsi e aree dedicate alla pedonalità;
  • miglioramento del livello di connettività della stazione con la città, tramite la realizzazione degli interventi compresi nel progetto “Aosta in bicicletta”, ed in particolare la realizzazione di un “hub” per biciclette all’interno del parcheggio pluripiano “De la Ville”.

La realizzazione delle opere di competenza del Comune di Aosta troverà copertura nel cosiddetto “Bando Periferie”, che finanzierà gli interventi sulla sede stradale e sulla piazza della stazione, per razionalizzare la circolazione veicolare e migliorare l’utilizzo e la qualità architettonica dello spazio pubblico, con accorgimenti tecnici ed estetici sulle componenti e sulle attrezzature e gli arredi impiegati.
L’intervento di riqualificazione funzionale della stazione di Aosta si inserisce in un Piano che RFI ha avviato sull’intera rete nazionale, per la modernizzazione di 620 stazioni, individuate come quelle a maggiore rilevanza trasportistica, e che nell’arco di 10 anni vedrà un investimento complessivo di circa 7 miliardi di euro. Alcune opere funzionali all’adeguamento infrastrutturale della stazione sono già in corso di realizzazione e ulteriori sono programmate nel corso del 2022.
La collaborazione tra Comune e RFI sancita dalla sottoscrizione del Protocollo completa il quadro degli interventi già avviati, consentendo alla stazione di essere potenziata nel livello di connettività e interscambio con le reti di mobilità locale, nell’offerta di servizi e nella vivibilità e qualità degli spazi urbani, mettendo a sistema anche i fondi di cui l’Amministrazione Comunale è risultata beneficiaria con il Bando delle Periferie.
Dichiara l’assessore alla Pianificazione territoriale, Loris Sartore: «La proficua ripresa delle interlocuzioni con RFI, avvenuta nei mesi scorsi anche grazie all’interessamento dell’Assessorato regionale all’ambiente trasporti e mobilità sostenibile, ci consente di guardare con ottimismo alla prossima realizzazione degli interventi che renderanno l’area della stazione ferroviaria e dell’autostazione un polo intermodale maggiormente fruibile e più accessibile da parte degli utenti e di avere una piazza riqualificata quale degno accesso alla città».


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...