Napoli, gara per la concessione della rete di distribuzione del gas

Napoli, gara per la concessione della rete di distribuzione del gas.

Il Comune di Napoli e la Società 2i Rete Gas hanno firmato il contratto per la concessione del servizio di distribuzione del gas naturale nell’Ambito Territoriale minimo “Napoli 1 Città di Napoli e impianto costiero”, che include, oltre al Comune di Napoli, i Comuni di San Giorgio a Cremano, Portici, Ercolano, Torre del Greco e Torre Annunziata.

Si conclude così la procedura di gara avviata ad agosto 2018, dopo che sia il TAR Campania che il Consiglio di Stato in sede di appello hanno respinto il ricorso del gestore uscente Italgas.

L’ATEM Napoli 1 è uno degli Ambiti più importanti d’Italia, con una rete di distribuzione di oltre 1.600 km, con 380 mila utenti attivi, e un valore della concessione per i dodici anni di durata di quasi 650 milioni di euro, mentre il Valore di rimborso delle reti ammonta a 232 milioni di euro circa; l’affidamento a 2i Rete Gas rappresenta, nel mercato della distribuzione del gas nel nostro paese, il più complesso trasferimento del servizio tra gestori finora affrontato a seguito di gara pubblica.

Importanti benefici per la collettività scaturiranno dai risultati della gara: 2i Rete Gas si è impegnato a investire oltre 225 milioni di euro negli impianti di distribuzione e circa 16 milioni in progetti di efficientamento e risparmio energetico, oltre che ad allacciare gratuitamente tutti i nuovi utenti fino ad un massimo di 1.400 mt per la connessione alla rete, fatta salva la verifica di fattibilità tecnicae di sostenibilità del sistema distributivo, successivamente alla realizzazione del piano degli investimenti, ed a svolgere diverse prestazioni di servizio a costo zero.

Inoltre, 2i Rete Gas ha versato oltre 10 milioni di euro ai Comuni dell’Atem, da investire in progetti di efficientamento energetico.

I Comuni dell’ambito, già proprietari di una porzione di rete, si sono visti riconoscere, a fronte dell’alienazione della stessa al nuovo gestore, un valore di circa 30 milioni di euro, che andranno ad accrescere le potenzialità dei servizi comunali.

A titolo di canone di concessione, 2i Rete Gas – avendo offerto in gara il massimo previsto dalla normativa vigente – verserà un importo annuo di circa 3.5 milioni di euro ai Comuni dell’ambito.

Anche in merito alla qualità e sicurezza del servizio, è stato offerto il massimo incremento rispetto a quanto previsto dalla normativa stabilita dall’ARERA.

I Comuni dell’area costiera napoletana potranno così migliorare la sicurezza e l’efficienza del servizio gas e completare in tempi brevi la rete di distribuzione nelle aree non ancora metanizzate

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...