Pesaro, il programma della 63 a stagione dell’Ente Concerti

Dal 8 ottobre

Pesaro, il programma della 63 a stagione dell’Ente Concerti.

Ente Concerti e Comune di Pesaro presentano la 63esima stagione concertista pesarese. Sono quattro gli appuntamenti che si snoderanno tra ottobre e dicembre 2022 sul palco del Teatro Sperimentale a comporre la prima parte del cartellone concertistico della Città della Musica Unesco e Capitale della Cultura 2024. La seconda parte della stagione, in corso di definizione, verrà annunciata a fine anno.

A conferma della altissima qualità della proposta artistica, sabato 8 ottobre 2022 (ore 21) il concerto inaugurale vede il ritorno del leggendario violinista Gidon Kremer che presenterà in trio un ricco programma cameristico a fianco di Giedre Dirvanauskaite al violoncello e di Georgijs Osokins al pianoforte. Kremer stupisce sempre e lo fa con il piglio del grande artista, con l’intelletto di una grande mente musicale in grado di combinare repertori originali e inesplorati. Solista con le più grandi orchestre del mondo, si è esibito, tra gli altri, con Martha Argerich, Krystian Zimerman, Mischa Maisky, Keith Jarrett, Yo-Yo Ma, Kim Kashkashian, Valerij Afanas’ev, Oleg Maisenberg, Vadim Sacharov, Khatia Buniatishvili. La letteratura per trio rappresenta per Kremer una nuova sfida e il pubblico pesarese sarà testimone privilegiato di questo suo entusiasmante progetto.

Giovedì 3 novembre spazio agli strumenti ad arco (violino, viola, violoncello) e agli strumenti a corde pizzicate. Pur nella diversità di tradizioni e repertori – aulici i primi e popolari i secondi – questi strumenti condividono felici momenti di incontro, come ben dimostra il programma di rarità proposto dall’eccellente Quartetto Noûs, affiancato da Giampaolo Bandini, chitarrista tra i più affermati e attivi del panorama nazionale. Il programma, che abbraccia un repertorio che va dal ‘700 di Luigi Boccherini al ‘900 di Mario
Castenuovo-Tedesco, si completa con due capolavori per quartetto d’archi, il Quartetto n. 6, op. 80 di Felix Mendelssohn e Crisantemi, rarissima pagina di musica da camera scritta da Giacomo Puccini alla memoria di Amedeo di Savoia, Duca d’Aosta.

Domenica 4 dicembre in scena la prima parte del progetto di esecuzione integrale delle Sinfonie di Beethoven nelle trascrizioni pianistiche di Franz Liszt, uno dei più alti esempi nel suo genere, dove il discorso musicale, estremamente fedele e rispettoso del capolavoro originale per orchestra, esalta la grande ammirazione di Liszt verso il compositore di Bonn. Eseguono le sinfonie due pianisti affermati e di grande talento,  Maurizio Baglini e il pesarese Paolo Marzocchi, i quali possiedono doti di espressività, di
brillantezza e di tecnica strumentale di conclamata eccellenza, apprezzate dal pubblico e dalla critica internazionale.

Venerdì 16 dicembre sul palco dello Sperimentale sarà la volta di Abosolutely Ennio Morricone…, un omaggio al grande compositore che poco più di un anno fa si è congedato dal palcoscenico della vita, creando un sentimento di commozione tra i tanti che hanno gioito delle sue memorabili opere per il cinema e che hanno assistito, soprattutto negli ultimi anni della sua carriera, ai suoi concerti sinfonici. Morricone realizzava i suoi capolavori selezionando ogni singolo musicista, autentici fuoriclasse, e alcuni di loro hanno avuto il privilegio di essere sempre al suo fianco. Sono proprio Gilda Buttà e Luca Pincini i testimoni di questa lunga collaborazione, avendo avuto in dono una cartella autografa di composizioni per violoncello e pianoforte scritte dal compositore stesso. Il pubblico pesarese avrà l’onore di ascoltare per la prima volta questi inediti tratti dai più celebri film, Il Pianista sull’Oceano, Nuovo Cinema Paradiso, nonché di tanti western di Sergio Leone, eseguiti da due musicisti che Morricone ha amato più di ogni altro.

Pesaro, il programma della 63 a stagione dell’Ente Concerti

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...