fbpx
CAMBIA LINGUA

Booking.com e Polizia di Stato: 5 raccomandazioni per prenotare online in sicurezza

Nel 2023 ci sono state oltre 16.000 truffe online in Italia

Booking.com e Polizia di Stato: 5 raccomandazioni per prenotare online in sicurezza.

Con la Pasqua alle porte, le famiglie italiane stanno organizzando le loro vacanze, optando per alcune tra le più grandi città europee, come Parigi e Barcellona, e le bellissime città d’arte italiane, quali Roma, Napoli e Firenze. Visto il ruolo sempre più centrale che ricopre la tecnologia nella ricerca del viaggio perfetto, per la prima volta Booking.com e la Polizia di Stato, tramite l’articolazione specialistica della Polizia Postale, responsabile della prevenzione e del contrasto della criminalità informatica – hanno intrapreso una collaborazione al fine di condividere suggerimenti e raccomandazioni per aiutare i viaggiatori a prenotare le proprie vacanze su internet in tutta sicurezza.

Secondo i dati della Polizia Postale, nel 2023 ci sono state oltre 16.000 truffe online in Italia. Gli utenti vengono presi di mira su diverse tipologie di piattaforme, mentre fanno acquisti, utilizzano i social o effettuano ricerche. Ciò riflette la crescente importanza di educare e supportare i consumatori, aiutandoli ad affrontare le potenziali minacce online.

Per tantissime persone, i viaggi restano una priorità. Oltre tre quarti degli Italiani dicono di sentirsi più vivi che mai durante le vacanze. Molti si affidano alla tecnologia per rendere più semplice l’esperienza di prenotazione: da coloro che desiderano viaggiare al di fuori dai sentieri battuti (47%) a quelli che vogliono solo del sonno di qualità (56%), solo nei primi sei mesi del 2023 sono state trascorse oltre un miliardo di notti in hotel e altre strutture ricettive europee, molte delle quali prenotate online.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

I truffatori prendono di mira chiunque, sia che stia prenotando una vacanza, comprando un vestito o postando su un social media. Noi di Booking.com comprendiamo il problema ed è per questo che continuiamo a investire nella protezione dei nostri clienti e delle strutture ricettive nostre partner. Gran parte di questo lavoro avviene attraverso la formazione, informando le strutture riguardo ai tipi di truffa di cui siamo a conoscenza e, allo stesso tempo, fornendo ai nostri clienti consigli pratici da tenere a mente mentre organizzano la loro vacanza. Siamo dunque contenti di aver unito le forze con la Polizia Postale per educare ulteriormente i viaggiatori a prenotare online in sicurezza“. Alberto Yates, Regional Director di Booking.com

“L’esperienza maturata nella più recente azione di contrasto al crimine finanziario ha permesso di registrare una crescente diffusione di condotte predatorie realizzate attraverso le più svariate tipologie di frode, ormai quasi esclusivamente consumate con condotte poste in essere attraverso la rete. Gli effetti dell’utilizzo massivo di condotte funzionali al perfezionamento di tali reati, tra cui certamente vanno ricompresi anche gli annunci truffa di case vacanze – più frequenti nei periodi dell’anno coincidenti con le consuete programmazioni delle nostre vacanze – possono causare significativi danni patrimoniali per singoli utenti, con riverberi negativi anche per piccole e medie imprese, spesso costrette a subire ingenti perdite economiche e danni d’immagine difficilmente quantificabili. 

Apprezziamo che Booking.com abbia deciso di condividere con la Polizia Postale e delle Comunicazioni l’impegno volto alla prevenzione di tali reati”. Primo Dirigente della P.d.S. Massimo Bruno, Direttore della Divisione Financial Cybercrime del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni.

Cinque raccomandazioni per prenotare online in tutta sicurezza

  1. Mantieni private le tue informazioni personali: non condividere mai le tue informazioni personali – come i dettagli della tua carta di credito – tramite messaggio, SMS o e-mail con qualcuno che non conosci o se vieni contattato all’improvviso. Idealmente, dovresti sempre pagare attraverso siti online sicuri che conosci oppure all’arrivo presso la struttura ricettiva.
  2. “Raddoppia” la sicurezza: molte piattaforme online e fornitori di carte di credito mettono a disposizione dei clienti l’autenticazione a due fattori. Una volta attivata, anziché digitare semplicemente la tua password, ti verrà chiesto di completare un secondo passaggio per accedere al tuo account, come ad esempio digitare un codice ricevuto tramite SMS. Sebbene si tratti di un passaggio aggiuntivo, è qualcosa di molto rapido e che ti permette di aumentare considerevolmente la tua sicurezza – che si tratti del tuo account di posta elettronica o di quello su una piattaforma di viaggi online.
  3. Fermati e pensa prima di cliccare su un collegamento: se ricevi un messaggio contenente un link, per evitare di essere indirizzato su un sito fasullo, controlla la pagina di destinazione posizionando il cursore sopra il collegamento o toccando e tenendo premuto su un dispositivo mobile.
  4. È meglio essere prudenti: se una struttura ti chiede un pagamento al di fuori dei termini concordati al momento della prenotazione o se ricevi una e-mail mal formulata che ti chiede di condividere dati personali, fai bene a trattare la richiesta con cautela. Nel dubbio, è sempre meglio contattare il servizio clienti o direttamente la struttura per verificare la legittimità del messaggio. Piattaforme come Booking.com forniscono un servizio clienti 24 ore su 24 per qualsiasi richiesta da parte dei clienti.
  5. Controlla, controlla e ricontrolla ancora: una proprietà sulla spiaggia a un prezzo estremamente conveniente potrebbe sembrare un’offerta davvero allettante, ma prima di fare il grande passo e lasciare i tuoi soldi, controlla le recensioni della struttura e l’URL del sito web con cui stai prenotando per assicurarti che entrambi siano legittimi.

Booking.com e Polizia di Stato: 5 raccomandazioni per prenotare online in sicurezza

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×