Affitti Milano, come risparmiare nella città più cara d’Italia

Dopo un periodo di relativa stabilità e, in alcuni casi, anche di calo dei prezzi per quanto riguarda i canoni d’affitto, la tendenza dei prezzi torna a salire.

Una condizione che riguarda principalmente le città più frequentate dai fuori sede e più movimentate dal punto di vista universitario e lavorativo.

Il primato, non è un mistero ormai, spetta a Milano, da sempre la città più cara in termini di costi d’affitto.

Anche qui gli effetti della pandemia si erano fatti sentire, con un temporaneo calo dei costi, ma il ritorno graduale alla normalità ha fatto risalire nuovamente i canoni.

Bisogna tener conto, però, che gli aumenti maggiori si sono riscontrati a Venezia e Firenze

E non rientra neanche nelle province più care, dove il primato è riservato a Grosseto.

Le città più economiche invece, in cui prendere in affitto un immobile, sono Caltanissetta, Vibo Valentia e Isernia.

Ciò nonostante, al di là delle tendenze, Milano mantiene il primato di città dove gli affitti costano di più.

Che fare quindi se bisogna trasferirsi a vivere in questa città?

Mettere in conto un certo budget, prima di partire, è senz’altro la scelta più saggia.

In secondo luogo una ricerca approfondita, che permetta di mettere a confronto i prezzi nei diversi quartieri, può essere molto d’aiuto per riuscire a risparmiare un po’ di denaro.

Certo non è un gioco da ragazzi.

Bisogna essere pratici della città, conoscere a fondo le proprie esigenze e gli spostamenti necessari da una zona all’altra, per ragioni di lavoro, studio o, semplicemente, svago.

È utile sapere quali sono i pro e i contro di ogni quartiere e armarsi di molta pazienza.

In alternativa, per ridurre i tempi della ricerca senza rinunciare alla capillarità dell’offerta da consultare, si può ricorrere alle piattaforme specializzate nell’incontro tra domanda e offerta di affitti.

Tra queste, Zappyrent è il sito leader nel settore, che si afferma sempre più come punto di riferimento tra gli inquilini in cerca di sistemazione in una grande città italiana.

La piattaforma torna a vantaggio degli utenti in due modi.

In primo luogo, nella praticità di utilizzo.

Grazie alla possibilità di settare parametri cruciali per la ricerca di un immobile in affitto, quali budget, zona, formula abitativa, è molto semplice restringere la ricerca tarandola sulle proprie necessità.

In secondo luogo, il dettaglio delle descrizioni e della galleria immagini, che accompagna ogni annuncio, consentono di costruirsi un’idea molto vicina alla realtà di ogni immobile, in termini di caratteristiche e condizioni.

Si tratta, inoltre, di una piattaforma completamente gratuita per gli inquilini, che possono così consultare gli annunci senza spendere un euro e senza muovere un passo dal proprio divano.

Infine, data la varietà di annunci pubblicati, non è difficile individuare soluzioni interessanti, in zone strategiche della città a prezzi molto competitivi e inferiori rispetto alla media di mercato.

Commenti
Loading...