MILANO. SALTA IL SALONE DEL MOBILE

Milano, anche il Salone del Mobile, una delle più importanti fiere dell’arredo del mondo, come le Olimpiadi e tanti altri eventi, è costretto ad annullare l’edizione 2020.
Federlengo spiega: “Si è cercato di mantenere fino allultimo la data di giugno per consentire un regolare svolgimento della manifestazione ma lo scenario che si profila oggi ha subito un mutamento totale e le incertezze per il medio periodo non consentono di confermare lo svolgimento del Salone”.
La decisione arriva alla fine di un consiglio di amministrazione virtuale fra i vertici di Federlegno, che dopo aver discusso su una possibile ulteriore posticipazione, ha optato per lo stop definitivo.
Sarà rimandato al 2021, con i 60 anni della kermesse, ci sarà una grande evento che per la prima volta presenterà insieme al Salone internazionale del Mobile, a Workplace 3.0 e al Salone Satellite tutte le biennali, Euroluce, già prevista nel 2021, insieme a Cucina e Bagno che dovevano svolgersi quest’anno.
É sicuramente, per tutti, una decisione “dolorosissima”, commenta il presidente di FederlegnoArredo Emanuele Orsini, annunciando inoltre la donazione di 500mila euro alle istituzioni e associazioni che sono in prima linea per combattere il virus.

Purtroppo, nonostante i tentativi, ci si è dovuti rendere conto che giugno è una data impossibile e rischiosa da confermare: anche se Milano sarà tornata alla normalità, è probabile che per mesi sarà comunque complicato viaggiare da un paese all’altro.
Ora bisogna vedere cosa farà il Fuorisalone, da trent’anni evento complementare alla grande fiera dell’arredamento. I distretti sono da giorni in contatto fra loro per studiare un piano B nel caso di annullamento. L’ipotesi su cui si sta riflettendo è organizzare una manifestazione di minor portata tra settembre e ottobre, magari in concomitanza con la design week autunnale.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...