MILANO: MADMOOD PORTA IN PASSERELLA I 5 SENSI DELLA MODA

695

In piena Milano Fashion Week si è svolta, giovedì 21 febbraio, presso il prestigioso Magna Pars Hotel di Via Forcella (zona Tortona), la quinta edizione di MadMood, l’evento i moda ideato da Marianna Miceli giunto quest’anno alla sua quinta edizione. 

Tra le particolarità di questa edizione che presentava al grande pubblico le collezioni donna Autunno/Inverno 2019/2020 di 16 stilisti, la più visibile è stata sicuramente la passerella, l’unico elemento in luce della sala, con il pubblico completamente al buio in modo da esaltare tutti e cinque i sensi durante le sfilate.

La vista è stata sicuramente il senso più sollecitato, soprattutto perché MadMood ci ha abituato a collezioni che provengono dal lifestyle internazionale, che raccontano territori, culture e stili internazionali. Si va dal Marocco al Kazakistan, passando per la Russia e l’Uzbekistan. Immancabile il focus sulla creatività Made in Italy rappresentata da illustri e talentuosi designer emergenti. 

Al esaltare gli altri sensi ci hanno pensato i tessuti utilizzati (per il tatto), la musica a tema (per l’udito), il profumo Aqua Pulia (per l’olfatto) ed i coioccolatini Dolciaria Rovelli (per il gusto). 

Altra chicca di MadMood 2019 è stata sicuramente la presenza di ben due collezioni per bambini, una realizzata addirittura da un giovanissimo talento di soli 14 anni. A sfilare come modella in questo frangente è stata anche la figlia della bellissima top model Valeria Mazza, graditissima ospite della serata, insieme a Nina Moric (anch’essa tornata sulle passerelle), Cecilia Capriotti, Pamela Camassa oltre a fashion blogger, giornalisti e addetti del settore.

Cinque edizioni celebrate e cinque sensi esaltati: emozioni e partnership internazionali dunque si sono incontrati alla Milano Fashion Week per magnificare la moda con MadMood, un evento di moda che si conferma unico nel suo genere.

Articolo di Settimio Martire


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...