MASSIMO DUTTI E ZARA UOMO INAUGURANO I NUOVI FLAGSHIP STORE IN CENTRO

224

Due prestigiose inaugurazioni nella giornata di oggi 15 dicembre celebrano lo stile nel salotto buono di Milano, stiamo parlando dei brand Massimo Dutti e Zara Uomo che aprono le porte dei nuovi flagship store di Milano, il primo in Galleria Vittorio Emanuele, lo spazio commerciale più esclusivo della città, il secondo un po’ più giù, al civico 13 di Corso Vittorio Emanuele.

Per il brand Massimo Dutti l’obiettivo di innovare ed offrire una customer experience elevata è alla base della filosofia aziendale, ed infatti ad accogliere i clienti in Galleria sarà uno splendido locale di 800 metri quadrati distribuito su quattro piani, i primi due dedicati alle collezioni Men e gli ultimi due alle proposte Women. Il design degli interni, sviluppato interamente da Massimo Dutti, si basa sull’uso di nuovi materiali, finiture e illuminazione. Viene messo in evidenza l’esclusivo Museo della Sartoria con tessuti caratteristici di questa arte esposti in vetrine dedicate. Il marmo italiano serpeggiante del pavimento, di colore beige con venature lineari e posato a spiga, contribuisce a dare una nota di eleganza in un luogo che mescola modernità e contemporaneità.

Anche l’illuminazione è stata curata con grande dettaglio. Le luci posizionate in alto danno il dovuto risalto alle collezioni e le diverse lampade forniscono la giusta dose di luce ambientale, creando un’atmosfera calda che valorizza la collezione. In questo nuovo negozio tutti i dettagli sono allineati per consolidare l’identità e il lifestyle del marchio, trasmettendo qualità, un valore intrinseco a tutte le collezioni di Massimo Dutti. In questo modo, l’arredamento contribuisce al calore dell’ambiente con l’equilibrata combinazione di grandi tavoli centrali Krion con piccole poltrone stile anni ’50 e tappeti. Il nuovo store, oltre a rispondere al concetto più avanzato di negozio eco-efficiente del Gruppo Inditex di cui fa parte, conta su una serie di elementi innovativi che uniscono moda e tecnologia, obiettivo del marchio per proporre costantemente nuove shopping experience ai clienti.

Nel nuovo store Massimo Dutti c’è anche un aspetto tecnologico d’avanguardia: accedendo al camerino ad esempio, il cliente riceverà su un comodo touchscreen le informazioni sulla merce che sta provando, le taglie disponibili e gli eventuali abbinamenti di colori ed articoli presenti in negozio per aiutarlo a creare o arricchire il proprio stile. Poi ci sono gli acquisti tramite App (si prova l’articolo in negozio, e se piace lo si prenota tramite App e lo si fa spedire a casa).

Zara per il flagship di Corso Vittorio Emanuele va ad ampliare quanto già esisteva portando, con la riapertura, la superficie complessiva a circa 1000 metri quadri in cui la moda uomo trova nuova forma. Il nuovo design offre uno stile decisamente elegante e discreto dove predominano i toni chiari e le texture e la loro interazione con le luci colorano gli spazi. Il nuovo spazio Zara è concepito come una cornice per la collezione di Zara Uomo, in cui i grandi protagonisti sono il prodotto e il cliente. La disposizione ordinata e lineare ha lo scopo di migliorare l’esperienza del cliente, che può visionare il prodotto in tranquillità e goderne a pieno. L’obiettivo è stato quello di generare un nuovo ordine unitario e coerente, in grado di dialogare con la struttura originaria dell’edificio, mantenendo un carattere senza tempo, ma anche di rispecchiare la posizione attuale dello store, conferendogli un tocco di tendenza e glamour. Il brand ha usato quale fonte d’ispirazione il lavoro dei grandi architetti classici italiani, virtuosi nell’uso della luce, nella conoscenza dei materiali e nella cura dei dettagli.

Il risultato è uno spazio diafano e libero, dove l’area centrale costituisce l’anima dell’edificio e il piano terra rappresenta il luogo di connessione con la città. I piani superiori, invece, sono scanditi da pilastri metallici, disposti a griglia, conferendo ordine e simmetria all’intero spazio. Circa la scelta dei materiali, per intervenire sull’edificio esistente sono state utilizzate pietra e graniglia insieme all’ottone invecchiato, mentre per il restauro degli interni del negozio si è optato per alluminio e ottone naturale.

Sia il marchio Zara che Massimo Dutti appartengono al Gruppo Inditex, uno dei più grandi distributori di moda al mondo, con oltre 7.000 negozi in 92 paesi nei cinque continenti. Oltre a Massimo Dutti e Zara, Inditex gestisce altre sei catene di moda: Pull & Bear, Bershka, Stradivarius, Oysho, Zara Home e Uterqüe.

Articolo di Settimio Martire

(copyright foto di copertina: Comune di Milano – Dutti 0658)

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...