fbpx
CAMBIA LINGUA

Roma, Villa Pamphilj. Più di 3 mila studenti all’evento della Polizia di Stato, posto a conclusione della campagna “Una vita da social”

Presenti gli operatori ed i mezzi di tutte le specialità della Polizia di Stato.

Roma, Villa Pamphilj. Più di 3 mila studenti all’evento della Polizia di Stato, posto a conclusione della campagna “Una vita da social”

L’evento è la tappa conclusiva di “Una vita da social“, la campagna educativa itinerante realizzata dalla Polizia Postale per sensibilizzare i giovani sui rischi e i pericoli della rete.

Ma non c’era solo il truck della Polizia Postale; nella villa più grande della capitale erano presenti gli operatori ed i mezzi di tutte le specialità della Polizia di Stato: la Stradale, la Scientifica, la Ferroviaria, gli artificieri, i cinofili, le Fiamme Oro, il Reparto Mobile, il Reparto Volo, la Fluviale, il Camper della campagna “Questo non è amore” con tutta la sua equipe specializzata, l’Ufficio Sanitario ed una folta rappresentanza dei poliziotti della Questura di Roma che, anche quest’anno, hanno portato avanti il progettoScuole sicure” incontrando nelle scuole della capitale migliaia di alunni, professori e genitori, per sensibilizzarli sui temi del rispetto delle regole, del rispetto dell’altro e della legalità in tutte le sue sfaccettature.

Auto storiche e Lamborghini hanno come sempre attirato l’attenzione di tutti. Prezioso il contributo dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato e della Protezione Civile.

Nella prima parte della mattinata i ragazzi si sono goduti le esibizioni dei vari reparti e, mentre erano attenti alle esercitazioni dei cinofili e degli artificieri, hanno alzato lo sguardo in sù per salutare l’elicottero della Polizia di Stato che ha sorvolato per pochi istanti i cieli sovrastanti la villa. Poi dal palco è arrivato il saluto delle istituzioni, il Prefetto Renato Cortese– Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato, il Vicario del Questore di Roma, Francesco Greco, consigliere alla legalità del sindaco di Roma, e tutti gli altri rappresentanti delle specialità della Polizia di Stato e delle altre Forze dell’Ordine.

Ma sul palco sono saliti anche alcuni attori che hanno voluto essere presenti all’iniziativa: Massimo Vanni, Lorenzo Flaherty, Marco Marzocca, Dino Abbrescia e i sosia della mitica coppia Ispettore Nico Giraldi e Bombolo; inoltre è intervenuta anche la campionessa delle Fiamme Oro Viviana Bottaro, medaglia di bronzo alle Olimpiadi Tokyo 2020 nella specialità Kata.

Immancabile il momento musicale, prima di chiudere l’evento ed augurare ai ragazzi buone vacanze, la Fanfara della Polizia di Stato si è esibita con alcuni grandi successi dell’ultimo festival di San Remo, alternati ai classici senza tempo come Stelle e Strisce e alla popolare Roma nu fa la stupida stasera. A chiudere, accompagnato dal canto di grandi e piccini, l’Inno Nazionale.

È stato proprio grazie alla sinergia e alla collaborazione fra istituzioni che è stato possibile far arrivare i 3 mila studenti a bordo di pullman dedicati, messi a disposizione non solo dalla Polizia di Stato, ma anche dall’Esercito, Guardia di Finanza, dalla Croce Rossa, dal Cotral, dalla Polizia Locale Roma Capitale, dall’Anas e dalla Polizia Penitenziaria.

Roma, Villa Pamphilj. Più di 3 mila studenti all'evento della Polizia di Stato, posto a conclusione della campagna Una vita da social

 

 

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Riproduzione riservata © Copyright La Milano