Piacenza, il 29 aprile la “Madonna Sistina” di Raffaello spiegata in una videoconferenza per la terza età

Luca Maffi intraprenderà un viaggio emozionante toccando luoghi e personaggi di fama mondiale

Piacenza, un percorso virtuale avvincente che rivelerà dettagli inediti sul quadro “Madonna Sistina”, celeberrima opera di Raffaello, il cui dettaglio, quello degli angioletti, ha contribuito a dare notevole popolarità a una delle tele più rappresentative del Rinascimento italiano. L’appuntamento online è per giovedì 29 aprile a partire dalle ore 9.30 con la preziosa collaborazione di Luca Maffi della cooperativa Cooltour, nell’ambito del ciclo di incontri dedicati all’arte che l’ufficio Attività socio-ricreative organizza per la terza età. Non tutti sanno infatti che la “Madonna Sistina”, altrimenti detta “Madonna di San Sisto”, attualmente conservata nella Gemäldegalerie Alte Meister di Dresda, in Germania, fu commissionata dai monaci neri di S. Sisto per la chiesa omonima di Piacenza tra il 1512 ed il 1513 e che lì rimase fino al 1754, quando fu venduta all’Elettore Augusto III di Sassonia. Sebbene Raffaello non mise mai piede nella nostra città, il suo capolavoro ha ispirato per secoli generazioni di artisti. Luca Maffi intraprenderà un viaggio emozionante toccando luoghi e personaggi di fama mondiale e scoprendo come l’artista di Urbino sia riuscito ad unire, dopo millenni, divino e umano nella stessa immagine. La videoconferenza può essere seguita attraverso computer, tablet e cellulari, collegandosi alla piattaforma Google Meet a partire dalle ore 9.30. Gli utenti abituali delle iniziative riceveranno via e-mail o whatsapp l’indirizzo della videoconferenza e potranno seguire l’incontro cliccando semplicemente sul link indicato. Chi volesse aggiungersi, può compilare il modulo online a questo link.

Per informazioni si può contattare l’ufficio Attività socio-ricreative al numero 0523.492724.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...