fbpx
CAMBIA LINGUA

La Spezia: Quarto appuntamento delle “Notti al Castello”

Torta di riso con delitto. Presentazione del libro La necropoli Apuana di Edoardo Ratti, giovedì 13 luglio ore 21.15

La Spezia: Quarto appuntamento delle “Notti al Castello”.

Quarto appuntamento delle “Notti al Castellogiovedì 13 luglio alle ore 21.15 con la presentazione del libroLa necropoli apuana” edito da GD Edizioni nel 2022 di Edoardo Ratti. Il romanzo è un archeogiallo dal tono ironico. Il protagonista è un archeologo lunigianese, curioso e sognatore. L’avventura parte da uno scavo in una necropoli apuana dove vengono recuperati dei reperti inconsueti. La ricerca di spiegazioni porterà il protagonista in Portogallo e poi in Asia Centrale. Al termine della presentazione si potranno assaggiare torte di riso salate e dolci artigianali..

Edoardo Ratti, archeologo sperimentale, ha ottenuto nel 2004, presso l’Università degli Studi di Genova, la laurea specialistica con tesi dal titolo: “La preistoria e la sua divulgazione attraverso la sperimentazione interattiva”. Ha partecipato fino al 2001 a scavi archeologici in Italia ed all’estero con Università, Soprintendenze straniere e italiane. Svolge attività di Archeologia sperimentale, imitativa e divulgativa, pubblica articoli scientifici su riproduzioni sperimentali di manufatti e attività dell’uomo preistorico. E’ socio collaboratore dell’Istituto Italiano Preistoria e Protostoria e membro di EXARC, associazione internazionale di archeologi sperimentalisti e musei a cielo aperto.

La Spezia: Quarto appuntamento delle "Notti al Castello".

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Davide Vismaio è un archeologo preistorico freelance e vive tra la Liguria e la Toscana, in quella che storicamente viene definita Lunigiana Storica, la terra della colonia romana di Luni. Curioso per natura e indagatore per deformazione professionale, tende ad immischiarsi in affari poco chiari che scova durante l’indagine archeologica.
Questa avventura prende avvio da uno scavo in una necropoli apuana nel Levante ligure frequentata poco prima della venuta dei Romani. In una tomba vengono recuperati alcuni oggetti del corredo funerario che non dovrebbero essere presenti. La ricerca di maggiori informazioni da colleghi stranieri porterà il protagonista in Portogallo e poi in Uzbekistan, anche per cercare indizi riguardo la morte sospetta di una collega di cui è stato testimone.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×