Grosseto, al teatro degli Industri la prima nazionale di “Dei figli” di e con Mario Perrotta

Il Teatro degli Industri apre il sipario con una prima nazionale. Sabato 13 e domenica 14 novembre alle 21 debutta la Rassegna d’autunno organizzata dal Comune di Grosseto in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo onlus: le prime due date sono affidate a una delle voci più significative della drammaturgia italiana, Mario Perrotta. L’attore e drammaturgo porta in scena “Dei figli”, spettacolo che conclude la sua trilogia “In nome del padre, della madre, dei figli”, provando a ragionare su quella strana generazione allargata di “giovani” tra i 18 e i 45 anni che non ha intenzione di dimettersi dal ruolo di figlio. Non tutti, per fortuna, e non in ogni parte del mondo. Ma in Italia sì, e sono tanti. Il botteghino del Teatro degli Industri sarà aperto sabato 13 e domenica 14 dalle 17 alle 20.30. Per informazioni è possibile mandare un messaggio WhatsApp al numero 334 1030779.

«Una casa – spiega Perrotta – che è limbo, che è purgatorio, per chiunque vi passi ad abitare. Vite in transito che sostano il tempo necessario, un giorno o anche una vita, pagano un affitto irrisorio e in nero e questo li lascia liberi di scegliere quanto stare, quando andare. Solo uno sosta lì da sempre: Gaetano, il titolare dell’affitto. Al momento, le vite in casa sono quattro. Vediamo tutti gli ambienti come se i muri fossero trasparenti. La casa è fluida, come le vite che vi abitano. Le uniche certezze sono quattro monitor di design, bianchi, come enormi smartphone. Su ognuno di essi stanziano, incombenti, le famiglie di origine degli abitanti: genitori, sorelle, cugini… 13 personaggi per un intreccio amaramente comico, un avvitamento senza fine di esistenze a rischio, imbrigliate come sono nel riflettere su se stesse».

Nella scrittura della trilogia Perrotta ha coinvolto lo psicanalista Massimo Recalcati: un progetto che come dice lo stesso drammaturgo è: «uno sguardo sul presente, il mio presente, per indagare quanto profonda e duratura è la mutazione delle famiglie millennial e quanto di universale, eterno, resta ancora».

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

SCHEDA SPETTACOLO

“Dei figli” di Mario Perrotta
consulenza alla drammaturgia Massimo Recalcati
con Luigi Bignone, Dalila Cozzolino, Matteo Ippolito, Mario Perrotta e – in video – Arturo Cirillo, Alessandro Mor, Marta Pizzigallo, Paola Roscioli, Maria Grazia Solano, e – in audio – Saverio La Ruina, Marica Nicolai Paola Roscioli, Maria Grazia Solano
aiuto regia Marica Nicolai
costumi Sabrina Beretta
luci e scene Mario Perrotta
video Diane | Luca Telleschi | Ilaria Scarpa
mashup Vanni Crociani, Mario Perrotta
realizzazione scene Fabrizio Magara
sarta Maria Isabel Anaya
foto Luigi Burroni
produzione Teatro Stabile di Bolzano, Fondazione Sipario Toscana Onlus
, La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale, Permàr
in collaborazione con Comune di Grosseto, Teatro Cristallo
 Olinda residenza artistica, La Baracca – Medicinateatro, Duel


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...