fbpx
CAMBIA LINGUA

Bologna: nella biblioteca delle Aldini Valeriani apre la sala di lettura “Una bella differenza”

L'inaugurazione lunedì 13 novembre con la vicesindaca Emily Clancy.

Bologna: nella biblioteca delle Aldini Valeriani apre la sala di lettura “Una bella differenza”.

Lunedì 13 novembre alle 10.30, taglio del nastro per inaugurare la sala di lettura “Una bella differenza”, nei locali della biblioteca scolastica “Fuori Catalogo” all’Istituto Aldini Valeriani, in via Bassanelli 9/11.
“Una bella differenza” è uno spazio che raccoglie più di un centinaio di libri e graphic novel per promuovere la cultura del rispetto e dell’inclusione sociale valorizzando la lettura come strumento di conoscenza della realtà per prevenire fenomeni di discriminazione, bullismo e violenza di genere.

All’inaugurazione saranno presenti: la vicesindaca Emily Clancy; Sara de Giovanni, referente del Centro di documentazione Flavia Madaschi, che ha guidato il progetto “Una bella differenza”; il dirigente scolastico Pasquale Santucci; la docente Antonia Bognanni, referente della biblioteca “Fuori Catalogo”; tutti i docenti che hanno partecipato negli anni alle iniziative legate al progetto, accompagnati dalle loro classi; la presidente del comitato Genitori e la presidente del Consiglio di Istituto.

Una bella differenza

Dal 2018, più di 250 studenti hanno seguito ogni anno il progetto “Una bella differenza” alle Aldini Valeriani, leggendo, ascoltando i brani letti da Alex Mosconi, dando vita a vivaci dibattiti in classe. Un percorso animato dall’impegno e dalla volontà della biblioteca scolastica di promuovere il rispetto e la valorizzazione di ogni differenza, per prevenire la strutturazione dei pregiudizi ed i conseguenti fenomeni di bullismo e aggressività nei confronti di coetanei e coetanee, ma anche episodi di violenza di genere nell’età più adulta avente anche un focus particolare sull’intersezionalità e sulle discriminazioni multiple che ragazze e ragazzi adolescenti subiscono in una società che rifiuta la diversità vista come un pericolo per l’identità.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

I libri presenti nella sala che verrà inaugurata sono stati raccolti negli anni e sono stati tutti catalogati in Sebina Next in una sezione apposita riportante il nome proprio del progetto. Ciò per volontà stessa della Biblioteca che ha voluto così sottolinearne l’importanza e il valore per un processo educativo e formativo che riguarda tutta la comunità scolastica aldiniana.
La sala raccoglie i libri della bibliografia del progetto Una bella differenza e altri contenuti derivanti dalla collaborazione ormai quinquennale con il Centro Madaschi che ha avviato questo progetto grazie a un finanziamento della Chiesa Valdese (8 per mille) nell’ambito del Patto generale di collaborazione per la promozione e la tutela dei diritti delle persone e della comunità LGBTQIA+ nella città di Bologna 2022-26 e in collaborazione con Ufficio Pari opportunità e Tutela delle Differenze.

La sala di lettura, unica nel suo genere e nella ricchezza dei contenuti, rappresenta la volontà della biblioteca scolastica dell’Istituto Aldini Valeriani di arricchire gli schemi educativi e didattici tradizionali per accompagnare gli adolescenti a relazionarsi, con la maggior consapevolezza possibile, alle molteplicità e alla coabitazione di differenze sociali, culturali, etniche, sessuali a cui la società odierna li mette di fronte, nella sua complessità e variabilità. Un modo nuovo per arricchire il catalogo delle competenze di Educazione civica ed educazione alla convivenza attiva.
Attualmente la sala contiene oltre 100 volumi di narrativa e saggistica destinati ad aumentare nel breve periodo, manifesti del Gay Pride bolognese dalla prima edizione, la locandina autografata da Lucy Salani ospitata insieme alla vicesindaca Emily Clancy in occasione della prima edizione del LGBT History Mounth Italia, alla quale la biblioteca Fuori Catalogo ha aderito dal suo nascere.

Bologna: nella biblioteca delle Aldini Valeriani apre la sala di lettura "Una bella differenza"

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×