Vicenza, prima edizione del festival dei giovani “ViYoung”

Tre giorni di dibattiti, incontri, visite guidate, aperitivi a tema, musica e concerti in vari palazzi del centro storico e spazi cittadini all’aperto

Vicenza, prima edizione del festival dei giovani “ViYoung”.

Dal 22 al 24 aprile a Vicenza, in vari palazzi del centro storico e spazi cittadini all’aperto, si terrà la prima edizione di “ViYoung – Il festival dei giovani”, un’iniziativa che vedrà protagonisti ragazze e ragazzi della città e che tratterà, in ciascuna delle tre giornate di svolgimento, alcuni temi scelti dai giovani, quali lavoro, ambiente e sport.

Il programma del festival è stato illustrato questa mattina nella sala degli Stucchi di Palazzo Trissino dal sindaco Francesco Rucco, dall’assessore all’istruzione Cristina Tolio e dal consigliere comunale con delega alle politiche giovanili Jacopo Maltauro.

“Il mio ringraziamento va all’assessore Tolio e al consigliere Maltauro che hanno lavorato tantissimo per la prima edizione del festival ViYoung che avremmo organizzato prima se non ci fosse stato il Covid – ha spiegato il sindaco Francesco Rucco –. Con questo evento riusciamo a centrare un altro obiettivo importante del nostro mandato, ovvero dare spazio ai giovani.

Sperando che il festival dia un apporto importante a voi, che ne siete i protagonisti, ma anche a noi, che forse ascoltiamo poco le giovani generazioni, lavoreremo ora per realizzare un organismo consultivo formato da giovani che collabori con l’amministrazione comunale a favore della città”.

“Fin da inizio mandato sosteniamo le proposte dedicate ai giovani della città – ha precisato l’assessore all’istruzione Cristina Tolio –. Il mio grazie va al consigliere Maltauro e agli uffici che hanno lavorato per portare a casa un bellissimo risultato: tre giorni densi di iniziative culturali, formative, sportive, di intrattenimento artistico e musicale. I giovani non solo devono essere ascoltati ma devono anche avere uno spazio per far emergere le loro idee”.

“Presentiamo oggi l’esito di un percorso condiviso con i giovani della nostra città, oltre che diversi soggetti e istituzioni pubbliche e private, e molte realtà associative e imprenditoriali – ha dichiarato il consigliere comunale con delega alle politiche giovanili Jacopo Maltauro –. Saranno tre i temi centrali per le giovani generazioni che caratterizzano la tre giorni vicentina: il lavoro, l’ambiente e lo sport, declinati in incontri, dibattiti, visite guidate, ma anche momenti ludici. Saranno tantissime le occasioni di stimolo, confronto e crescita all’interno di questo unicum nazionale che vogliamo dedicare alla nostra città”.

Obiettivo di questo primo festival è offrire ai giovani un’occasione di conoscenza, crescita, approfondimento e confronto su temi per loro di maggiore interesse, nonché far divenire tale manifestazione un appuntamento annuale di riferimento per i giovani vicentini e non.

Il festival prevede appuntamenti ed eventi che coinvolgeranno associazioni giovanili e studentesche, categorie economiche e professionali, il mondo della scuola, l’università, enti culturali e associazioni. Accanto a meeting, tavole rotonde e momenti formativi, saranno proposti anche aperitivi a tema, intrattenimenti musicali serali all’aperto e concerti in teatro.

All’interno del festival sarà ospitato un evento dedicato alle giovani eccellenze del territorio provinciale, in programma sabato pomeriggio, quale final meeting del progetto europeo “ICS Factor – Innovazione, Competitività, Sostenibilità”, finanziato dal programma Erasmus+ Key Action 3, che vede il Comune di Vicenza capofila e 11 partner (Arzignano, Asiago, Bassano del Grappa, Dueville, Lonigo, Montecchio Maggiore, Santorso, Schio, Thiene, Torri di Quartesolo, Valdagno), oltre a Provincia di Vicenza e cooperativa Studio Progetto.

La tre giorni vedrà anche un’iniziativa che si terrà sabato pomeriggio, ovvero la visita alla scoperta di Palazzo Trissino, organizzata nell’ambito delle azioni del progetto europeo “Easytowns II” finanziato dal programma “Europa per i cittadini”, di cui il Comune di Vicenza è partner e che si concluderà nel prossimo mese di ottobre.

Temi

Venerdì 22 aprile sarà dedicato al primo tema scelto, dal titolo “Lavoro – Giovani e Impresa”, con un evento di orientamento al Teatro Astra dalle 8.30 alle 13 dedicato agli studenti e una sfilata di moda con brand emergenti in piazza Biade dalle 18.30.

Si tratta di un tema, quello del lavoro, dell’occupazione e dell’imprenditorialità giovanile, che vede i giovani particolarmente sensibili, data la marcata vocazione imprenditoriale del territorio. Su tale tematica, un notevole supporto sarà fornito dalle sezioni giovani delle associazioni di categoria del territorio, da esperti e figure di riferimento del mondo economico vicentino, da visite aziendali, da interviste e testimonianze di imprenditori

Il secondo tema, dal titolo “Ambiente – Giovani e Sostenibilità”, sarà affrontato sabato 23, con un dibattito dalle 9 alle 11 a palazzo Chiericati, un hackaton finalizzato a proporre progetti utili allo sviluppo sostenibile dalle 9 alle 17 ai chiostri di Santa Corona, un’esposizione sulla sostenibilità dalle 16 alle 20 in piazza Matteotti cui seguirà un aperitivo green con dj set dalle 18 alle 23.30. L’ambiente ha, infatti, riconquistato l’interesse e la mobilitazione dei giovani sul futuro del pianeta e sulla sostenibilità della vita per le future generazioni.

Si tratta di un argomento tra i più cruciali al vertice delle agende di tutti i Paesi in Europa e negli altri continenti, chiamati a compiere con urgenza scelte che determineranno la qualità della vita nei prossimi decenni e la sopravvivenza in alcune aree della terra. Saranno coinvolti gli istituti superiori di città e provincia, l’Università i rappresentati degli studenti, sia nell’approfondimento teorico dei temi attraverso dibattiti e gruppi di studio, sia con l’hackathon.

Domenica 24 il festival si concentrerà sull’ultimo tema scelto, dal titolo “Sport – Giovani e Salute”, con la proposta di attività pratiche su nuove discipline sportive dalle 9.30 alle 12.30 a parco Fornaci; a seguire, dalle 16 alle 18.30, si terranno interviste ai giovani sportivi che si sono particolarmente distinti negli ultimi anni.

Lo sport è visto, infatti, quale buona pratica educativa per i giovani per consentire loro di coltivare rapporti veri e reali tra pari, di confrontarsi e misurarsi con sé stessi e con gli altri. Permette, inoltre, di superare la tendenza all’individualismo in cui sono spesso confinati nella quotidianità, a causa di rapporti sempre più virtuali, indefiniti e carenti di relazioni umane autentiche, accentuatisi pericolosamente con la pandemia.

Saranno coinvolte le associazioni sportive del territorio, del volontariato e testimonial che aiuteranno i giovani a comprendere, attraverso il racconto di esperienze dirette di vita, i valori e gli esempi positivi che lo sport intende proporre.

Enti coinvolti

Per l’organizzazione e lo svolgimento delle diverse attività sono stati coinvolti, in vario modo, diversi soggetti e istituzioni pubbliche e private, e alcune realtà imprenditoriali: Provincia di Vicenza, Regione Veneto, Fondazione Studi Universitari di Vicenza, JEst Junior Enterprise (Associazione di studenti universitari di Vicenza), OGEP (Unione delle sezioni giovani delle associazioni di categoria del territorio);

UST di Vicenza (Ufficio Scolastico Provinciale Territoriale), Dipartimento di Prevenzione Azienda Ulss 8 Berica, Fondazione CPV, CISL di Vicenza, Fidas Vicenza, Admo Vicenza, Lega Tumori Vicenza, Csi Vicenza, Fai Giovani Vicenza, Rotaract Club Vicenza Giovani, Liberi Pensatori, I Notturni, associazione Giovani Pianura, Bimba Meu Mestre, Clorophilla, associazioni giovanili, associazioni sportive della città, rappresentanze studentesche d’istituto e di Consulta, Istituti superiori di Vicenza (istituto Montagna e Victory) e di Valdagno (Cosmo).

Partner operativi dell’iniziativa sono “Progetto giovani Vicenza” e “Cooperativa Studio progetto” già individuati nell’ambito del progetto europeo “ICS Factor”, in cui il Festival si inserisce. Media partner: Radio Vicenza, Tva Vicenza, Is Good For You.

Luoghi

I luoghi pubblici, all’aperto e al chiuso, individuati per lo svolgimento dell’evento sono: piazza Biade (sfilata brand emergenti); piazza Matteotti – giardino lato palazzo Chiericati (ICS Factor – giovani eccellenze, Green market, aperitivo green e dj set); parco Fornaci (Pratica sportiva e interviste a giovani campioni vicentini);

Palazzo Chiericati (incontro “Fare impresa oggi e domani” – “Planet world cafè” – Tavola rotonda con le istituzioni);Chiostri di Santa Corona (Hackathon sulla sostenibilità ambientale); ridotto Teatro comunale di Vicenza (incontro “Shape your future 2022”);Teatro Astra (Concerto “I Notturni e tributo a Fabrizio de André”);Palazzo Trissino (Visite guidate gratuite alla scoperta del palazzo).

Programma

Il programma di “ViYoung – Il festival dei giovani” prevede i seguenti eventi:

Dal 19 al 21 aprile 2022

A contatto con le grandi aziende vicentine: i giovani visitano le realtà aziendali del territorio. A cura di Ogep (Osservatorio giovanile delle economie e delle professioni) presso aziende ospitanti aderenti a Confindustria, Apindustria, CNA.

Venerdì 22 aprile 2022

Ore 8.30-13 – Teatro Astra – Incontro “Orientamento al futuro: opportunità e incertezze”: evento di orientamento rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado vicentine sulle opportunità offerte dal territorio in prospettiva futura. Partner: Fondazione Studi Universitari, Fondazione CPV, Associazioni di categoria – sezioni giovani, CISL provinciale.

Ore 10.45 – Teatro Astra – Apertura ufficiale del Festival con l’evento dedicato all’orientamento universitario, lavorativo e di mobilità estera, rivolto a studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Vicenza. Partner: UST provinciale, Fondazione Studi Universitari, Fondazione CPV, Osservatorio giovanile delle economie e delle professioni, CISL provinciale.

Ore 15-17 – Palazzo Trissino – “Apriamo il Palazzo: la sede comunale aperta a tutti i giovani”: visite guidate gratuite alla scoperta di ricchezze e curiosità di Palazzo Trissino, a cura del consigliere delegato alle politiche giovanili Jacopo Maltauro. Evento inserito nel progetto europeo “Easytowns II”, finanziato dal programma “Europa per i cittadini” di cui il Comune è partner.

Ore 17-19 – Palazzo Chiericati – Incontro “Fare impresa oggi e domani”: i giovani imprenditori vicentini si confrontano sulle sfide del futuro per l’economia, la società, e sull’evoluzione del modello imprenditoriale vicentino. Evento rivolto ai giovani interessati al lavoro autonomo o che già lo hanno intrapreso. Conclusione con aperitivo riservato ai soli partecipanti.

Ore 18-20.30 – Piazza Biade – “Moda vicentina: sfilata dei brand emergenti” provenienti da città e provincia che daranno spazio alla creatività applicata nel campo della moda, tra bellezza e arte del passato declinata al futuro. Gli allestimenti consisteranno in cubi specchiati sui quali i modelli presenteranno le creazioni proposte.

A seguire, interviste con giovani stilisti e giovani imprenditori del settore, a cura dell’associazione “Giovani Pianura” di Vicenza. L’allestimento inizierà alle 15 con il coinvolgimento degli studenti degli indirizzi audiovisivo e “moda e design” degli istituti Montagna di Vicenza e Cosmo di Valdagno. L’accompagnamento musicale di sottofondo per la sfilata sarà a cura di Radio Vicenza, media partner dell’evento.

Sabato 23 aprile 2022

Ore 09-11 – Palazzo Chiericati – “Planet world cafè: i giovani al centro del dibattito ambientale”: Tavola rotonda sui temi ambientali che avrà come protagonisti i giovani. A cura di “Associazione Liberi pensatori” e “Progetto Giovani Vicenza”.

Ore 11-12 – Palazzo Chiericati – “Le istituzioni rispondono: giovani come motore delle scelte politiche”: confronto sui temi emersi dalla Tavola rotonda con rappresentanti delle istituzioni locali, tra cui il vicepresidente di AGSM-AIM Gianfranco Vivian, il sindaco di Vicenza e presidente della Provincia Francesco Rucco, il presidente del Consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti.

Ore 9-17 – Chiostri Santa Corona – “JEst Hackathon: approcci e modelli di sostenibilità ambientale”, con il coinvolgimento di giovani delle scuole superiori e dell’Università che si sfideranno su temi ambientali specifici. A cura di JEst Junior enterprise dell’Università di Vicenza. Conclusione con un aperitivo riservato ai partecipanti e addetti ai lavori.

Ore 15-18.30 – Piazza Matteotti – “ICS Factor: le giovani eccellenze al Final Meeting”: giovani eccellenze provenienti da tutta la provincia esporranno le loro realizzazioni in ambito imprenditoriale, associativo, socio-culturale, a conclusione di un percorso di valorizzazione dei talenti giovanili finanziato dalla Commissione europea attraverso il bando “Erasmus+ Key Action 3” di cui il Comune di Vicenza è capofila e partner 11 Comuni della Provincia.

Esporranno le loro realizzazioni cinque giovani eccellenze scelte durante i tre meeting previsti dal bando svoltisi in vari Comuni della Provincia. A cura della Cooperativa Studio Progetto, partner principale del progetto europeo. In caso di maltempo l’evento si svolgerà al Polo B55.

Ore 16-20 – Piazza Matteotti – “Green Market. I giovani per la sostenibilità ambientale” in occasione della giornata mondiale della terra esposizione all’insegna della sostenibilità e dello spirito “green”, con la presenza di diverse eccellenze giovanili locali dell’imprenditoria in agricoltura, artigianato, arte e cultura, accomunate da produzioni e realizzazioni sostenibili. L’evento sarà annullato in caso di maltempo

Ore 18-23.30 – Piazza Matteotti – “Aperitivo green e dj set” a cura di Clorophilla events. L’evento sarà annullato in caso di maltempo.

Ore 20-22 – Ridotto del Teatro comunale – “Shape your future”: incontro sul tema dell’errore che penalizza in vari ambiti di vita e sulla promozione della cultura del fallimento che considera la fase dell’errore produttiva ed efficace per apprendere dai propri e dagli altrui errori e avviare il percorso di crescita. A cura di JEst in collaborazione con CUOA.

Domenica 24 aprile 2022

Ore 9.30-12.30 – Parco Fornaci – “La Domenica sportiva”: una mattinata per provare nuovi sport e attività in collaborazione con l’assessorato alle attività sportive, il coinvolgimento del CSI e di associazioni e società sportive cittadine. L’evento sarà annullato in caso di maltempo.

Ore 16-18.30 – Parco Fornaci – Interviste a giovani campioni vicentini che si sono distinti negli ultimi anni per qualità sportive e umane. Sono previsti interventi sui temi della salute fisica e psichica e sulla sana alimentazione, in collaborazione con l’Azienda ULSS 8 Berica e associazioni di volontariato attive sul territorio. L’evento sarà annullato in caso di maltempo.

Ore 21 – Teatro Astra – Concerto dei giovani musicisti vicentini “I Notturni” con un tributo a Fabrizio De Andrè. Costo del biglietto 10 euro. A cura di “La Piccionaia”.

Informazioni

Informazioni sui canali social (Facebook e Instagram) dell’evento @viyoung_festival.

 

Vicenza, prima edizione del festival dei giovani “ViYoung"

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...