Varese, da sabato mattina riapre la biblioteca

Il prestito libri sarà il primo servizio disponibile. Galimberti: «La biblioteca non
si è mai fermata grazie al servizio ebook e ora ripartiamo anche con lo spazio di
via sacco»

Varese, 04 Giugno 2020 – Una data cerchiata in rosso sul calendario di Palazzo Estense: sabato 23 maggio. Sarà questo il giorno in cui tornerà attivo il servizio di prestito libri della Biblioteca civica di via Sacco. La ripresa delle attività sarà comunque graduale, così da consentire una ripartenza nella massima sicurezza. Nei primi giorni di riapertura, infatti, il prestito dei libri avverrà, previo appuntamento, all’esterno dei locali in modo da garantire il distanziamento sociale. La riconsegna dei libri già in possesso degli utenti invece, sarà svolta durante gli orari di apertura senza la necessità di appuntamento ma sempre all’esterno della biblioteca. I percorsi di ritiro e riconsegna dei libri verranno separati: se il prestito avverrà di fronte all’ingresso principale della biblioteca, la restituzione dei volumi sarà invece all’ingresso dell’emeroteca (lato Giardini Estensi). Solo in un secondo momento torneranno poi i servizi di consultazione in sede,  ‘Emeroteca, le sale studio, sempre garantendo al massimo le regole di prevenzione e sicurezza.

«In questi mesi la nostra Biblioteca non ha mai smesso di funzionare – afferma il sindaco Davide Galimberti – anche grazie agli ebook che hanno suscitato un grande interesse nei cittadini più e meno giovani. Poter tornare ad attivare i servizi in via Sacco, però, è un passaggio importante. Sulla cultura si gioca il futuro di Varese e di noi tutti, quindi scommettere sulle attività di questo campo è necessario oltre che doveroso. Ci eravamo impegnati a ripartire da qui e oggi, finalmente, possiamo dare una data certa e attesa da tanti varesini».

I servizi che verranno attivati, come anticipato, sono il prestito libri su prenotazione e la riconsegna dei volumi attualmente in mano agli utenti. La biblioteca sarà aperta dal martedì al sabato, dalle 9.30 alle 12.45 e dalle 14.00 alle 17.45. Tutti i prestiti attualmente in corso sono in ogni caso prorogati fino al 18/06/2020.

Se la riconsegna dei libri per quanti li hanno presi prima dell’emergenza seguirà un percorso quasi tradizionale, con l’unica differenza che da sabato mattina il bancone interno sarà sostituito da un banchetto appositamente collocato davanti all’ingresso della Biblioteca, per ritirare nuovi volumi invece sarà necessario seguire alcuni passaggi.

Il primo sarà la prenotazione, telefonando ai numeri 0332.255274 e 0332.255273, inviare una mail a [email protected] o consultando direttamente il catalogo online sul sito
www.biblioteche.regione.lombardia.it/OPACVA/. A quel punto, poi, verrà dato a ciascun utente un appuntamento con giorno e orario in cui recarsi in via Sacco per l’effettivo ritiro che avverrà nei primi giorni di riapertura all’esterno della biblioteca.

Per quanti consultano il catalogo su internet, una volta scelto il libro, è possibile cliccare sul link “Servizio Biblioteche online”, che rimanda al sito di Regione Lombardia. L’utente già iscritto può utilizzare le credenziali degli altri servizi regionali, mentre il nuovo utente dovrà accreditarsi per ottenere i codici di accesso. Con username e password si può quindi accedere a una pagina con il link per la prenotazione.

Anche la Biblioteca dei ragazzi “Gianni Rodari” di via Cairoli aprirà al pubblico nelle due giornate di venerdì 29 maggio e venerdì 5 giugno 2020, esclusivamente per la riconsegna dei volumi attualmente in prestito. Per il ritiro di nuovi libri è necessario richiedere un appuntamento, indicando i volumi desiderati, tramite mail a [email protected] La ricerca può, in questo caso, essere effettuata dal
catalogo on-line della biblioteca sul sito www.biblioteche.regione.lombardia.it/OPACVA/.

Il servizio di prestito ebook per bambini, ragazzi e adulti, sul portale di MediaLibraryOnLine del Comune di Varese (https://varese.medialibrary.it/home/cover.aspx) rimarrà comunque attivo anche una volta riaperte le Biblioteche.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...