Trieste: lei lo chiude fuori di casa, lui prende un palo e sfonda la porta

L’uomo si dà alla fuga ed evade dagli arresti domiciliari

Trieste: lei lo chiude fuori di casa, lui prende un palo e sfonda la porta.

All’apparenza poteva sembrare una convivenza idilliaca: lei, una donna molto impegnata, che esce presto di casa e rientra dopo un’intera giornata di duro lavoro. Lui, invece, costretto a rimanere in casa perché agli arresti domiciliari, svuota il frigo e abusa di alcolici.

Le tensioni si fanno giorno dopo giorno sempre più acute, finché, al culmine di un litigio, la donna riesce a sbatterlo fuori di casa e lo chiude fuori la porta. 

Accecato dai fumi dell’alcol più che dall’ira, l’uomo trova un lungo palo di legno e lo usa come ariete per sfondare la porta e ritornare a farsi strada verso il frigorifero. La donna, sentendosi minacciata, chiama i Carabinieri. Prima del loro arrivo, però, l’uomo si dà alla fuga ed evade dai domiciliari.

L’evasione si interrompe grazie al controllo della Radiomobile di Aurisina, impegnata con le pattuglie dei Carabinieri di Basovizza e di Prosecco in un servizio di retrovalico.

I militari accertano che l’uomo, un 47enne di origini romene, ricercato per un mandato di cattura emesso nel 2021 dalla Procura della Repubblica di Padova, deve scontare 8 mesi di reclusione per evasione. 

Così l’equipaggio della Radiomobile di Aurisina lo arresta e lo conduce al carcere del Coroneo a Trieste.

IMG_20230108_172325_661

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...