Trieste, 90.000 profumi falsi: businessman arrestato sul bus

Lo ha tradito la scia odorosa in mezzo ai sedili dell'autobus di linea

Trieste, 90.000 profumi falsi: businessman arrestato sul bus.

Mette in piedi un’attività commerciale redditizia con tanto di società per importare dalla Romania profumi di marca e fragranze preziose. L’obiettivo di conquistare il mercato italiano.

Poi all’improvviso il crollo dell’impresa a seguito di un maxi sequestro di 90.000 profumi di marca contraffatti. In un attimo la sua scia profumata svanisce come il suo creatore. Dietro di sé solo il processo. Finché il fiuto dei militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Aurisina non lo intercetta di nuovo.

La scia odorosa in mezzo ai sedili dell’autobus di linea diretto in Francia e proveniente dalla Romania, permette alla pattuglia della Radiomobile di individuarlo. L’uomo era ricercato per un mandato di cattura.

Infatti l’uomo, un cittadino romeno di 42 anni, è ricercato perché deve scontare due anni e due mesi di reclusione. I reati di cui è colpevole sono ricettazione e introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi. Così i militari lo arrestano. L’uomo è stato poi associato al carcere del Coroneo.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...