fbpx
CAMBIA LINGUA

Torino, violazione delle norme di sicurezza e quantità di clienti oltre il consentito: sequestrata la struttura e denunciata la titolare.

Controllo a struttura ricettiva, una denuncia della Polizia di Stato.

Torino, violazione delle norme di sicurezza e quantità di clienti oltre il consentito: sequestrata la struttura e denunciata la titolare.

Nell’ambito delle attività di controllo mirate a verificare il rispetto delle norme di sicurezza e antincendio, personale della Polizia di Stato della Divisione P.A.S., in concerto con personale del Comando Provinciale Vigili del Fuoco, hanno effettuato un sopralluogo presso un albergo nei pressi della stazione ferroviaria di Porta Nuova, riscontrando che erano alloggiati 33 clienti.

Il controllo permetteva di accertare che presso la struttura erano ospitati un numero di clienti maggiore di quelli consentiti; in particolare, alcuni di essi erano alloggiati all’interno di camere poste al secondo piano, per il quale era stato interdetto l’utilizzo dal Comando Provinciale Vigili del Fuoco nel mese di agosto 2023, avendo in quell’occasione anche prescritto alla struttura ricettiva di non ospitare più di 25 clienti.

Considerate le gravi violazioni in ordine alla sicurezza delle persone, la struttura veniva sottoposta a sequestro preventivo e la titolare, cittadina cinese, denunciata all’Autorità Giudiziaria.
Quanto accertato non risulta essere un’eccezione: infatti, già nel mese di aprile 2021, personale del Commissariato di Barriera Nizza aveva riscontrato nella struttura ricettiva diverse irregolarità relative alla sicurezza, denunciando la titolare e segnalando al Comune di Torino le violazioni accertate, tanto che il Sindaco disponeva la sospensione dell’attiva’ alberghiera, fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Nel mese di ottobre del 2021 sempre personale della locale P.A.S., nonostante la sospensione dell’attività ancora in corso, riscontrava che l’albergo operava regolarmente la propria attività ricettiva, motivo per il quale l’immobile veniva sequestrato con la contestuale segnalazione all’Autorità Giudiziaria della titolare.
Si evidenzia che i provvedimenti adottati in questa fase non implicano la responsabilità dell’indagata sino al definitivo accertamento di colpevolezza che avverrà con sentenza irrevocabile.

Torino: sequestro di struttura ricettiva, denunciata la titolare.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×