Torino, Rivarolo Canavese: uccide la moglie, il figlio e una coppia di anziani, poi si spara con l’arma dei delitti

Il responsabile, l'83enne Renzo Tabarella, è ora ricoverato in prognosi riservata all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino

Torino, nella tarda nottata a Rivarolo Canavese, verso le 3 del mattino, i Carabinieri di Ivrea sono entrati nell’appartamento in cui viveva Renzo Tabarella insieme alla sua famiglia e si sono trovati davanti la scena di un quadruplice omicidio e di un tentato suicidio.

L’allarme è stato dato dalla figlia di due delle vittime, i padroni di casa dell’appartamento al quinto piano di corso Italia 46. La donna, che non riusciva più a contattare i genitori già dal tardo pomeriggio, ne ha quindi denunciato l’irreperibilità ai Carabinieri. I militari sono giunti sul luogo e hanno indagato porta a porta per avere informazioni sulle persone scomparse. Quando si sono accorti che Tabarella, pur presente in casa, non rispondeva al citofono, e saputo che possedeva una pistola, hanno chiesto l’autorizzazione alla Procura per l’irruzione nell’appartamento e sono entrati dal balcone interno grazie ai mezzi messi a disposizione dai Vigili del Fuoco. Da lì a breve la terribile scoperta, l’uomo aveva tentato il suicidio dopo aver vigilato per ore sui cadaveri della moglie, del figlio e dei padroni di casa.

Secondo la ricostruzione, l’83enne ha prima sparato alla moglie e al figlio nelle loro camere da letto e ha poi ha accolto i padroni di casa e ha ucciso pure loro. Dopo aver consumato i delitti e accortosi dell’arrivo dei militari, Tabarella si è inflitto un colpo d’arma da fuoco alla gola con la sua pistola semiautomatica calibro 9×21, per cui aveva un regolare permesso.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Rimane il mistero riguardo alle motivazioni del gesto. Nessun testimone ha sentito gli spari e, allo stato attuale dei fatti, non è possibile sapere se i padroni di casa siano vittime casuali, uccise perché si erano accorti dei tragici eventi, o fossero obiettivi designati di un piano omicida ordito dal Tabarella.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...