fbpx
CAMBIA LINGUA

Torino, la Polizia di Stato soccorre un uomo caduto nelle acque gelide del fiume Dora

Il giovane si presentava agli agenti tremante per il freddo, dolorante e in stato di alterazione psicofisica per l'assunzione di alcol.

Torino, la Polizia di Stato soccorre un uomo caduto nelle acque gelide del fiume Dora.

Poco prima della mezzanotte di domenica, alla Centrale Operativa giunge la segnalazione di una persona caduta in acqua nel fiume Dora all’altezza del Campus Universitario. Sul posto, gli agenti intervenuti non riscontrano la presenza di alcuna persona. Successivamente veniva segnalato un secondo avvistamento, questa volta all’altezza del civico 80 di Lungo Dora Siena. I poliziotti, valutando che l’uomo, potesse essere stato trascinato dalla corrente facevano una bonifica del tratto interessato, scelta che dava i suoi frutti quando, sul ponte Rossini, notavano un ragazzo con un giubbotto bianco addosso, completamente bagnato.

Il giovane si presentava agli agenti tremante per il freddo, dolorante e in stato di alterazione psicofisica per l’assunzione di alcol. In attesa del 118, gli agenti provvedevano a riscaldare l’uomo con l’areazione calda dell’auto di servizio.

Gli agenti hanno poi appreso che la persona soccorsa all’altezza del Campus Einaudi aveva scavalcato la staccionata che divide il marciapiede dal terreno scosceso e dopo aver perso l’equilibrio cadeva in acqua, venendo poi trascinato dalla corrente.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

All’arrivo degli operatori sanitari l’uomo veniva, poi, trasportato in ospedale in codice verde.

Torino, la Polizia di Stato soccorre un uomo caduto nelle acque gelide del fiume Dora

 

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×