Ricattava online spacciandosi per pm e utilizzando il logo dei Carabinieri

Inviava mail simulando convocazioni di giustizia per indagini su pedo-pornografia

Ricattava online spacciandosi per pm e utilizzando il logo dei Carabinieri.

I Carabinieri del ROS di Parma hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Roma, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di una persona indagata per estorsione in concorso.

Spacciandosi via mail per un alto esponente dell’Arma, l’uomo avrebbe raggirato le sue vittime facendo credere loro di essere indagate per reati di tipo pedopornografico. In realtà, si sarebbe trattato di un tentativo estorsivo: 5mila euro per una “risoluzione bonaria” della vicenda.

Le false mail, che contenevano false convocazioni di giustizia, utilizzavano in maniera fraudolenta il logo dell’Arma dei Carabinieri e le generalità del comandante generale.

Non si tratterebbe trattarsi di un episodio isolato. Sono in corso ulteriori  attività d’indagine per verificare condotte analoghe ascrivibili ad altri soggetti.

carabinieri

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...