Milano, 39enne scoperto mentre spaccia nonostante fosse ai domiciliari, arrestato

Ieri 10 marzo la Polizia di Stato ha arrestato a Milano A.L. un 39enne che, mentre si trovava agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, spacciava droga. Gli agenti della Squadra Investigativa del Commissariato Bonola ieri sera, nell’effettuare i controlli alle persone sottoposte a misure detentive o di prevenzione nel territorio di propria competenza, hanno notato, a conferma delle indagini svolte di recente, che in via Cilea, nei pressi dell’abitazione del 39enne italiano, vi era un via vai di persone.

In poco più di un’ora, tra le ore 20.00 e le 21.00, quattro persone si sono recate in tempi diversi presso l’abitazione dalla quale, dopo che queste hanno citofonato, l’uomo si è affacciato al balcone: dopo aver verificato che tutto fosse tranquillo, apriva loro il portone per consentirne l’ingresso. Le quattro persone si sono soffermate all’interno dello stabile dai 2 ai 10 minuti ciascuna e, ogni qualvolta sono uscite; sottoposto ai domiciliari per un cumulo di pene con scadenza dicembre 2022 – si è affacciato nuovamente per accertarsi che nessuno le fermasse. Verso le ore 21, una volta uscito il quinto acquirente, i poliziotti hanno fermato per un
controllo quest’ultimo e proceduto alla perquisizione dell’appartamento nel corso della quale sono stati rinvenuti e sequestrati 51,5 grammi di hashish, 19,30 di marijuana, 9,2 di cocaina e un bilancino elettronico di precisione.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...