fbpx

Litiga con una conoscente e la aggredisce, lei chiede l’intervento di una pattuglia e lui aggredisce anche i militari: arrestato 29enne straniero

All’arrivo della pattuglia la situazione è degenerata e l’uomo è finito in manette.

Litiga con una conoscente e la aggredisce, lei chiede l’intervento di una pattuglia e lui aggredisce anche i militari: arrestato 29enne straniero.

Cremona. Hanno litigato tra loro e la donna ha chiesto l’intervento dei carabinieri. E lui ha aggredito anche i militari intervenuti. Si è conclusa in cella la serata di follia di un cittadino straniero di 29 anni, con precedenti di polizia, arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali dai carabinieri della Sezione Radiomobile di Cremona intervenuti in città, nel quartiere Po, la sera di sabato scorso, quando l’uomo aveva avuto una discussione con una conoscente e la donna aveva chiesto l’aiuto dei militari. Ma all’arrivo della pattuglia la situazione è degenerata e l’uomo è finito in manette.

Verso le 20.00 di sabato 25 novembre alla centrale operativa dei Carabinieri è giunta una richiesta di una donna che aveva segnalato che un conoscente pretendeva di entrare a casa sua in maniera insistente e violenta. Arrivati immediatamente sul posto, i militari hanno trovato i due sulla porta di casa e la donna, che presentava una ferita sanguinante al labbro, ha raccontato cosa era successo poco prima. La vittima ha riferito che l’uomo l’aveva colpita cin una testata quando aveva tentato di allontanarlo dall’abitazione, poi lui aveva preteso di rientrare nella casa prendendo a calci e pugni la porta di ingresso, minacciandola di morte.

Ma quando i militari hanno chiesto il documenti all’uomo, quest’ultimo si è posto in maniera aggressiva e scontrosa verso i militari. In più occasioni non ha voluto fornire il documento, poi ha iniziato a spintonarli. Tenuto conto che non intendeva calmarsi e che poteva mettere in pericolo anche la donna, i carabinieri lo hanno bloccato, ammanettato e accompagnato all’auto di servizio. Sul mezzo, ha provato a prendere a testate i finestrini, senza provocare danni.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Anche in caserma ha continuato a tenere un atteggiamento alterato e aggressivo, colpendo i muri con testate e rendendo necessario l’intervento di un’ambulanza per sedarlo. Nel frattempo, la donna è stata accompagnata presso l’ospedale di Cremona dove è stata curata per le ferite riportate e dimessa con diversi giorni di prognosi. Poi ha presentato una denuncia nei confronti dell’uomo.

Il 29enne è stato dichiarato in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali ed è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Compagnia di Cremona in attesa dell’udienza di convalida svolta nel tarda mattinata del 27 novembre e conclusa con la convalida dell’atto, la sottoposizione dell’uomo alla misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Cremona e il rinvio dell’udienza al 19 febbraio 2024. L’uomo è stato rimesso in libertà.

litigio

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×