fbpx

Gallipoli: circolo privato divenuto ritrovo di persone note per reati in materia di sostanze stupefacenti. Disposta la chiusura per 15 giorni

Il circolo era stato destinatario di un altro provvedimento per simili motivi alcuni anni fa.

Gallipoli: circolo privato divenuto ritrovo di persone note per reati in materia di sostanze stupefacenti. Disposta la chiusura per 15 giorni.

Nel pomeriggio del 27 giugno 2023 gli agenti del Commissariato di P.S. di Gallipoli (LE) hanno notificato al presidente pro-tempore di un circolo privato sito in Gallipoli, il provvedimento emesso dal Questore della provincia di Lecce Andrea Valentino, ai sensi dell’art. 100 del TULPS., di sospensione per 15 giorni dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande.

Da mesi gli agenti del Commissariato di P.S. di Gallipoli monitoravano un circolo privato di Gallipoli che di ricreativo e culturale non aveva nulla, visto che dai controlli di polizia, prolungati nel tempo, è emerso soltanto l’aggregazione di soggetti noti alle Forze dell’Ordine, soprattutto per reati in materia di sostanze stupefacenti.

Motivo per cui, dopo l’attività investigativa ed i controlli amministrativi portati avanti dai poliziotti gallipolini e la successiva istruttoria svolta dalla Divisione Amministrativa della Questura, il circolo è stato chiuso per 15 giorni con un provvedimento del Questore della provincia di Lecce Andrea Valentino, emesso ai sensi dell’art. 100 del TULPS. Un provvedimento che non ha carattere punitivo, nei confronti del titolare della licenza, ma una funzione dissuasiva nei confronti dei soggetti indesiderati ai quali viene sottratta la possibilità di aggregarsi e turbare l’ordine pubblico e la sicurezza sociale. Lo stesso circolo risulta peraltro recidivo. Pochi anni fa, infatti, era stato destinatario di un altro provvedimento di sospensione della licenza, per gli stessi motivi.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×