Cremona, rubava in farmacia nascondendo i prodotti nel passeggino

Cremona, Il  Commissariato di Pubblica Sicurezza di Crema ha indagato due donne di origine albanese, di anni 31 e 33, residenti a Macerata ma dimoranti a Crema, per furto aggravato in concorso ai danni di una nota farmacia del centro storico di Crema.

La vicenda aveva inizio alcuni giorni or sono quando tre donne entravano in una farmacia con l’apparente intenzione di effettuare acquisti di prodotti sanitari e cosmetici: le stesse avevano con loro un minore in tenera età in una passeggino.

Dopo aver chiesto informazioni alla commessa le tre uscivano dal negozio e si allontanavano a piedi. 

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Il loro comportamento insospettiva la dipendente della farmacia che effettuava una verifica alla merce esposta accertando che risultavano mancanti diverse confezioni di prodotti cosmetici di elevato valore.

Immediatamente veniva richiesto l’intervento di un’unità operativa di questo Commissariato che provvedeva a visionare i filmati della video sorveglianza interna all’esercizio commerciale.

Gli agenti potevano ricostruire la dinamica dei fatti e precisamente che mentre due delle tre donne distraevano la commessa, la terza si impossessava delle confezioni in questione occultandole nel passeggino.

Presa visione delle caratteristiche fisico somatiche delle autrici del reato che venivano diramate alle pattuglie di questo Ufficio in attività di controllo del territorio,  una di queste intercettava nella zona di piazzale Rimembranze, due sospette che avevano con loro un passeggino.

Queste ultime venivano successivamente riconosciute dalla commessa e all’interno del passeggino veniva rinvenuta la merce trafugata.

Le due albanesi veniva indagate in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cremona per il reato di concorso in furto aggravato mentre le confezioni asportate, del valore di circa 200 Euro, sono state restituite alla persona offesa.

Le indagini proseguono per individuare la terza donna allo stato irreperibile.

  

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...