fbpx

Catturato il latitante Cosimo Lamendola: usava un trullo come rifugio

In arresto anche una donna per favoreggiamento.

Catturato il latitante Cosimo Lamendola: usava un trullo come rifugio.

Brindisi, nel primo pomeriggio del 25 settembre 2023, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni (BR) hanno fatto irruzione in un trullo isolato nelle campagne tra Ostuni e Cisternino ove è stato trovato ed arrestato il latitante Cosimo Lamendola, sfuggito all’Ordinanza di Custodia Cautelare dello scorso 18 luglio ed emessa dal GIP di Lecce su richiesta di quella DDA. Le indagini, avviate a seguito dell’irreperibilità di Cosimo e Gianluca Lamendola, rispettivamente padre e figlio, elementi di vertice dell’associazione mafiosa, hanno consentito di individuare il nascondiglio del fuggiasco, sebbene collocatosi in un’area rurale ed isolata, posta al confine tra i due comuni.

Insieme al latitante è stata arrestata una donna che aveva funzioni di vivandiera, ed al momento dell’irruzione stava preparando il pranzo al ricercato. La donna è stata trasferita, insieme al latitante arrestato, alla Casa Circondariale di Lecce e dovrà rispondere di favoreggiamento personale. All’interno del nascondiglio sono state rinvenute diverse parrucche da uomo. L’odierna cattura segue alla localizzazione ed arresto in Germania – sulla base di elementi investigativi forniti dai Carabinieri di San Vito dei Normanni – di Rosario Cantanna, cognato di Cosimo Lamendola.

carabinieri

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×