Brescia, controlli: sanzioni per inosservanza del dpcm e denunce per spaccio

Brescia, Nel pomeriggio di sabato 13 marzo, i carabinieri della Compagnia di Breno, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, hanno denunciato un 41enne, residente in Val di Scalve per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo è stato sottoposto a controllo nel centro di Darfo Boario Terme. Si trovava a bordo della sua auto.

Sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di cinque dosi di cocaina e 220 Euro in contanti, ritenuti provento di spaccio. E’ stato anche contravvenzionato per essersi spostato dal comune di residenza senza valido motivo.

L’attività dei militari è stata per lo più dedicata a effettuare controlli per evitare assembramenti e garantire il rispetto del vigente D.P.C.M. nell’ultimo week end che ha segnato l’imminente ingresso della regione Lombardia in zona rossa.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Il servizio ha visto all’opera dieci pattuglie, che hanno operato nella media e bassa valle, con particolare attenzione ai comuni di Darfo Boario Terme e Pisogne.

Nella cittadina termale i Carabinieri hanno sanzionato il proprietario, la dipendente e i clienti di un bar che stavano consumando un aperitivo davanti all’ingresso dell’esercizio commerciale. 

Cinque sanzioni sono state elevate anche a Pisogne: quattro persone sono state multate perché si trovavano all’esterno di un bar e non indossavano la mascherina.

Non è invece finita meglio a un giovane di Ghedi che aveva deciso di fare un giro in moto sul lago, in barba a ogni tipo di divieto di spostamento.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...