Bolzano, sanzionati due cittadini, non potranno frequentare tutti gli esercizi della provincia

La Questura ha emesso delle misure di prevenzione contrastare la criminalità diffusa, come il DACUR, che impedisce ai soggetti di frequentare un determinato esercizio pubblico

Bolzano, sanzionati due cittadini, non potranno frequentare tutti gli esercizi della provincia.

Nell’ambito delle attività volte a elevare gli standard di sicurezza e contrastare le forme di criminalità diffusa che anche in questa Provincia si sono recentemente manifestate, la Questura di Bolzano ha avviato un’intensificazione delle misure di prevenzione.

I provvedimenti emessi dal Questore, che si affiancano a quelli emessi dall’Autorità Giudiziaria, hanno la funzione di contrastare la pericolosità sociale di soggetti, delinquenti abituali, spesso giovanissimi con un pedigree criminale preoccupante, attraverso un controllo più efficace del loro agire, al fine di impedire che arrechino turbativa all’ordinario vivere civile.

Da inizio anno il Questore di Bolzano ha emesso un totale di 11 Fogli di Via Obbligatori, 9 Avvisi Orali, e 10 DACUR- Daspo urbano.

In particolare, si segnalano i provvedimenti emessi a seguito dei recenti episodi di violenza saliti alle cronache a Bolzano:

Per la rissa accaduta presso il “Bar Pia” il 12 febbraio u.s., oltre alla chiusura del predetto esercizio e relativa sospensione della licenza per 15 giorni, sono stati sanzionati i 5 soggetti coinvolti con l’emissione di altrettanti provvedimenti denominati DACUR, noti anche come DASPO urbano (di cui all’art 13 bis commi 1, 1bis, 1ter del decreto legge 20 febbraio 2017 nr 14, convertito nella legge nr 48 del 18 aprile 2017), che impedisce ai soggetti destinatari del provvedimento del Questore di frequentare un determinato esercizio pubblico e le aree limitrofe.

Nella circostanza, il Questore di Bolzano ha sanzionato due cittadini sudamericani con un provvedimento ancor più afflittivo che impedirà loro di frequentare tutti gli esercizi della Provincia di Bolzano per un anno.

Altri tre provvedimenti sono stati emessi nei confronti di altrettanti cittadini sudamericani che per tre anni non potranno frequentare il “Bar Pia” e gli esercizi presenti nella zona attigua.

Per le rapine commesse a danno di coetanei da un gruppo di giovani stranieri, di cui due sono attualmente in carcere, sono stati emessi due Avvisi Orali e un Foglio di Via Obbligatorio.

Sono al vaglio degli inquirenti le posizioni di altri giovani già identificati coinvolti nei fatti di violenza sopra indicati, nonché in altri episodi verificatisi in citta.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...