Bergamo, gruppo di giovani scatena una rissa, non rispettate misure anti covid

Bergamo, nel tardo pomeriggio di venerdì 12 giugno, in Via Novelli 18 presso il “MINIMARKET” sono state rilevate violazioni relative alle disposizioni del D.L. 16 maggio 2020 n. 33 integrate dalle ordinanze della Regione Lombardia in materia di commercio.

In particolare, a seguito di intervento di una volante per segnalazione di una persona molesta, all’interno del predetto esercizio è stata rilevata la presenza di un gruppo di persone che non teneva il dovuto distanziamento sociale.
Nella notte di domenica 14 giugno personale della squadra di Polizia Amministrativa effettuava numerosi controlli ad esercizi cittadini, molti dei quali rispettavano le disposizioni relative al distanziamento sociale.
Tuttavia, verso le ore 00.30, a seguito di segnalazione di un folto gruppo di giovani in Piazza della Libertà intenzionato ad affrontarsi in una rissa, personale delle Volanti, militari deputati al servizio di prevenzione anti-COVID e la Polizia Amministrativa, dopo aver allontanato i malintenzionati, rilevavano che presso il “BAR BORSA” non venivano rispettate le misure previste per il contenimento del contagio. In particolare vi erano gruppi di persone intente a bere senza rispettare il dovuto distanziamento sia al banco che ai tavoli e non venivano attuate le misure di pulizia e disinfezione delle superfici al termine di ogni servizio al tavolo.
Alle ore 02.00 circa veniva infine controllato il “BLU LOUNGE BAR”, di Via Foro Boario, dove, oltre alle violazioni riscontrate presso il BAR BORSA veniva riscontrata la mancanza di prodotti per l’igienizzazione delle mani per i clienti e per il personale, il mancato uso delle mascherine da parte dei clienti in piedi e sui tavoli vi erano residui di cibo, oltre che disseminati bicchieri e bottiglie di bevande alcoliche.
Nei confronti degli esercizi responsabili di infrazioni amministrative, sono stati redatti i relativi verbali di contestazione, con chiusura immediata degli esercizi per 5 giorni e segnalazione alla locale Prefettura.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...