fbpx
CAMBIA LINGUA

Arrivavano in Italia con documenti falsi e voli di linea da Malta: arrestato un trafficante

Operazione "Malta's Passeur”

Arrivavano in Italia con documenti falsi e voli di linea da Malta: arrestato un trafficante.

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Treviso, in collaborazione con il Commissariato di Polizia Anzio/Nettuno, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, disposta dal Tribunale veneto, nell’ambito dell’operazione “Malta’s Passeur”.

Sarebbe il secondo dei tre coinvolti nelle indagini che avevano portato alla luce come decine di migranti, utilizzando documenti d’identità contraffatti, fossero arrivati in Italia a bordo di voli di linea da Malta.

Il trafficante di esseri umani, insieme ai due complicitutti originari della Guinea -, era già stato destinatario, nell’ottobre 2021, di un provvedimento cautelare, con l’obbligo di dimora nel comune di residenza e di detenzione domiciliare nelle fasce orarie serali e notturne.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

In realtà, subito dopo la notifica dell’ordinanza disposta dal gip, l’uomo si era allontanato dal suo domicilio in provincia di Napoli, rifugiandosi all’estero, motivo per il quale il Tribunale di Treviso, nel gennaio 2022, aveva disposto la più grave misura cautelare personale della custodia in carcere.

Nelle scorse settimane, il trafficante si è presentato al Commissariato Anzio-Nettuno per la richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno: è stato qui che gli agenti lo hanno bloccato e condotto presso la casa circondariale di Velletri e successivamente nel carcere di Treviso.

Le indagini che hanno portato all’arresto del trafficante erano partite nel dicembre 2019, quando, presso l’aeroporto “Antonio Canova” di Treviso, erano stati fermati due migranti, provenienti da Malta, che avevano entrambi lo stesso passaporto contraffatto la cui identità apparteneva in realtà a una terza persona.

Malta Passeur

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×