fbpx

Alessandria, 6 setter sequestrati dalle guardie zoofile dell’Oipa

Relegati in un serraglio desolato di 40 metri quadrati, in un contesto igienico-sanitario degradato

Alessandria, 6 setter sequestrati dalle guardie zoofile dell’Oipa.

Sei setter, quattro femmine e due maschi, relegati in un serraglio desolato di 40 metri quadrati, in un contesto igienico-sanitario degradato, sono stati sequestrati dalleguardie zoofile dell’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) di Alessandria. Il detentore, un cacciatore dell’Alessandrino, è stato sanzionato ai sensi delle leggi della Regione Piemonte n. 34/1993 e n. 18/04.

«Siamo intervenuti dopo una segnalazione anonima e abbiamo trovato in uno scenario fatiscente i sei cani, piuttosto defedati, costretti a vivere all’addiaccio in tre cucce non coibentate, abbandonati a loro stessi su un pavimento di rifiuti ed escrementi», racconta Claudio Ivaldi, vicecoordinatore delle guardie zoofile Oipa di Alessandria e provincia. 

«Avevano a disposizione poca acqua, in alcune ciotole addirittura vi erano muschio ed erba. Non solo: i setter non sono risultati iscritti all’anagrafe canina, non avevano certificati vaccinali e, non essendo stati sterilizzati, forse erano anche utilizzati per mettere al mondo cucciolate».

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Ora i sei cani sono ospitati in un canile e potranno essere presi in affido provvisorio dopo l’intervento di sterilizzazione e nell’ambito del regolare iter amministrativo che è stato avviato.

L’Oipa invita a non ignorare casi di degrado e maltrattamento di cui si sia a conoscenza e di rivolgersi sempre alle sue guardie zoofile che, nel pieno rispetto della privacy, possono intervenire per tutelare gli animali.

Per le segnalazioni in tutta Italia: www.guardiezoofile.

setter sequestro alessandria

 

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×