Acerra, minorenne aggredisce per regolamentare i conti

E' stato accusato di tentato omicidio aggravato dal metodo mafioso, la vittima avrebbe venduto sostanze stupefacente senza l’autorizzazione

Acerra (Napoli), minorenne aggredisce per regolamentare i conti.

Per delega del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni si comunica che nella mattinata odierna personale della Squadra Mobile di Napoli, unitamente al Commissariato di P.S. Acerra, ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in Istituto Penale Minorile,  emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Procura per i Minorenni, nei confronti di un minorenne napoletano classe 2005 gravemente indiziato del reato di tentato omicidio aggravato dal metodo mafioso.

La misura restrittiva segue quella eseguita lo scorso 13 aprile nei confronti di A. G., D.V.V., D. E. e R. E., tutti gravemente indiziati per lo stesso reato.

Le indagini, condotte con l’ausilio di attività tecniche di intercettazione telefoniche e ambientali, hanno consentito di ricostruire la dinamica ed il movente del ferimento di E. S. R., avvenuto ad Acerra il 25 settembre 2021.

Nello specifico, l’analisi delle immagini dei sistemi di videosorveglianza presenti nei pressi del luogo dell’agguato, corroborata dagli esiti delle attività tecniche esperite, ha documentato l’aggressione ai danni del S. da parte di cinque soggetti.

Il movente del tentato omicidio, sarebbe da ricondurre ad un regolamento di conti nei confronti della vittima, rea di aver venduto sostanza stupefacente senza l’autorizzazione dei vertici del gruppo criminale degli A., attualmente egemone sul territorio acerrano.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...