fbpx
CAMBIA LINGUA

A Gaza raid su vasta scala, Netanyahu avverte: «Distruggeremo Hamas, è solo l’inizio»

L’allarme dell’Onu: «Evitare una catastrofe umanitaria»

A Gaza raid su vasta scala, Netanyahu avverte: «Distruggeremo Hamas, è solo l’inizio».

Dopo quasi una settimana dall’inizio del conflitto, Israele ha lanciato un raid di vasta scala sulla Striscia di Gaza. Sempre più dure le parole del premier israeliano Benyamin Netanyahu: «Quel sabato maledetto resterà scolpito nella storia di Israele. Non lo dimenticheremo». Il leader ha aggiunto: «I nostri nemici hanno iniziato a pagare il prezzo, non sanno cosa avverrà, è solo l’inizio. Distruggeremo e sradicheremo Hamas, arriveremo alla vittoria».

Intanto Hamas ha pubblicato un video – difficile verificarne l’autenticità -, sostenendo di aver girato le immagini in un kibbutz nel primo giorno dell’assalto, in cui si mostrano i miliziani armati con in braccio diversi bambini israeliani in ostaggio, mentre un neonato viene cullato in una carrozzina.

Il portavoce in lingua araba delle forze armate, Avichay Adraee, ha fatto sapere che i palestinesi avevano tempo fino alle 20.00 (le 19 in Italia) per spostarsi a sud della Striscia. La mossa, secondo i media locali, indicherebbe che l’esercito si sta preparando per una massiccia operazione nel nord della Striscia.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

gaza 2

Nelle stesse ore, il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres è rimasto in «contatto costante» con le autorità israeliane «per chiedere loro di evitare una catastrofe umanitaria», ha dichiarato il suo portavoce Stéphane Dujarric, ribadendo l’invito ad «annullare» l’ordine di evacuare circa 1,1 milioni di persone dal Nord della Striscia di Gaza al sud dell’enclave palestinese.

In un attacco delle forze armate israeliane nel sud del Libano, è stato ucciso il giornalista Issam Abdallah, un fotoreporter libanese che lavorava per la Reuters. Lo riporta Al Manar, la tv degli Hezbollah. Tre i feriti a causa dell’attacco: due giornalisti libanesi di Al Jazeera e un altro reporter che lavorava per l’Afp.

Tensioni anche a Roma, durante il corteo degli studenti in solidarietà con il popolo palestinese. I manifestanti hanno deviato il percorso concordato con la Questura e c’è stato l’intervento delle forze dell’ordine. Gli studenti hanno lanciato uova e fumogeni verso il cordone degli agenti. Intanto il Ministro degli Esteri Antonio Tajani, in visita nello Stato ebraico, ha detto: «I Paesi arabi possono isolare Hamas».

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×