VERONA-MILAN: LE PAGELLE DEI ROSSONERI

275

Ecco le pagelle di Verona – Milan.

MILAN 6+
Non un Milan esaltante, ma intelligente e concreto che ha saputo sfruttare al massimo gli episodi a suo favore contro un Verona caparbio fino alla fine.

DONNARUMMA 6
Una buona parata su un tiro ravvicinato di Zaccagni. Fortunato nell’occasione del palo di Verre.

CALABRIA 5
Costante spinta sulla destra, ma in fase difensiva lascia a desiderare. Dalle sue parti nascono le azioni più pericolose del Verona e il fallo, costatogli il cartellino rosso, poteva recare conseguenze ancora più gravi ai rossoneri.

MUSACCHIO 6,5
Partita di spessore: pulito e puntuale nelle chiusure.

ROMAGNOLI 6
Gara agevolata dall’assenza per 70′ minuti di una punta veronese, ma nonostante questo sbaglia la lettura di un lancio dalle retrovie in occasione del tiro al volo di Verre.

RODRIGUEZ 6
Decisamente meglio nella ripresa quando decide di togliere il freno a mano e provare qualche sovrapposizione nella metà campo avversaria

BIGLIA 6
In una gara dal tenore agonistico alto ci si aspetterebbe che le sue doti tecniche salgano in cattedra, ma questo non avviene. L’argentino comunque ci mette grinta e voglia.

KESSIE 6,5
Nel primo tempo fa da collante per i reparti tra il centrocampo e l’attacco. Molto bene i suoi tempi di inserimento in area di rigore avversaria.

CALHANOGLU 6,5
Da una sua conclusione nasce il rigore che ha poi portato in vantaggio il Milan. Il turco cresce nettamente, insieme alla squadra, nella ripresa dimostrando di trovarsi molto a suo agio nella posizione da trequartista.

SUSO 6,5
Partita di luci e ombre ma lo spagnolo è sempre nel vivo della manovra rossonera. Dal suo sinistro nascono le prime occasioni del buon secondo tempo rossonero.

PAQUETA’ 5,5
Tanta voglia di fare ma poco più. Il brasiliano è in ritardo di condizione e lo si nota lontano un miglio. Già ammonito, ad inizio ripresa viene sostituito da Giampaolo.

PIATEK 7
I rigori vanno saputi calciati, e quello di stasera, per tutta la pressione addosso, pesava e non era di certo facile da realizzare. Mentalmente il bomber polacco si è finalmente sbloccato: la maledizione del n°9 è solo un brutto ricordo?

REBIC 6 (entrato al 46′)
Al suo esordio con la maglia del Milan, il croato, pur non essendo in ottima forma, ha messo in mostra le sue qualità e si è messo a disposizione della squadre con un paio di giocate interessanti.

GIAMPAOLO 6+
La partita di Verona è sintomo di come Giampaolo voglia conferire continuità alla sua squadra. Il tecnico rossonero ha rilanciato il modulo 4-3-2-1 visto in campo nel match casalingo col Brescia e ha utilizzato soltanto un cambio dalla panchina. Il bel gioco è ancora lontano ma i risultati iniziano ad arrivare.

#ACMilan.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com